Cultura generale

Scrive canzone contro la droga: lo crivellano insieme al manager con 300 colpi

Questo e immagini mostrano il risultato di una sparatoria da 300 proiettili che ha ucciso un cantante popolare e il suo manager mentre si trovavano nel loro camioncino.

Lo sconvolgente incidente è avvenuto nelle strade della città di Ciudad Obregon, nello stato messicano nord-occidentale di Sonora e il cantante popolare Luis Mendoza Garcia, che ha cantato canzoni “narcocorridos” sul traffico di droga, è stato ucciso insieme al suo manager.

Nel video, si sentono decine di colpi di pistola e la persona che registra si avvicina al camioncino che ospitava Mendoza e il suo manager.

Il veicolo è pieno di buchi di proiettili e all’interno delle finestre fracassate entrambe le vittime possono essere viste coperte di sangue mentre sono accasciate immobili sui sedili anteriori.

I media locali riferiscono che uomini armati hanno aperto il fuoco sul camioncino con fucili d’assalto, sparando almeno 300 colpi.

La polizia municipale e stradale ha riferito in un comunicato stampa che “sabato pomeriggio a Ciudad Obregon c’è stato un’aggressione armata contro due uomini in un camioncino che sono stati attaccati con grandi armi, entrambi gli uomini sono morti immediatamente e più di 300 colpi di proiettili sono stati trovati sulla scena “.

Gli aggressori sono riusciti a fuggire dall’area prima che arrivasse la polizia e gli investigatori della scena del crimine hanno trovato oltre 100 bossoli. Gli scienziati forensi arrivarono sulla scena per prelevare i corpi per l’autopsia.

Luis ‘Ronni’ Mendoza Garcia, che era nel sedile del passeggero del pickup, era un noto cantante della zona e apparteneva alla band Los Ronaldos. Nelle ultime settimane aveva lanciato una canzone “narcocorrido”. I narcocorridi sono canzoni sul traffico di droga e il crimine.

I media locali riferiscono che il cantante aveva chiesto protezione alle autorità dopo essere stato inseguito dopo il funerale di un uomo soprannominato Pepe Gangas, ucciso giovedì.