Cultura generale

“Non comprate Smartphone Huawei e ZTE”: l’Fbi lancia l’allarme spionaggio

Non comprate smartphone cinesi, possono essere uno strumento di spionaggio. L’annuncio che sta facendo molto discutere in queste ore è di Chris Wray, direttore dell’FBI. Secondo il numero uno dell’Fbi, questi dispositivi, Huawei e ZTE, rappresenterebbero una minaccia per la sicurezza nazionale Usa.







Gli smartphone cinesi infatti sarebbero in grado di spiare gli utenti che li hanno acquistati. Al congresso di Cia, Fbia e Nsa davanti all’Intelligence Usa, Wray ha infatti affermato: ‘Il rischio principale è quello di permettere a società vicine al governo di Pechino di infiltrarsi nella rete tlc Usa, con la possibilità di rubare o modificare informazioni e di fare spionaggio’.

Una dichiarazione che certo provocherà delle reazioni da parte delle multinazionali in questione, perchè il rischio di danno di immagine e di vendite è enorme, e l’accusa molto grave.

Wray non se ne cura e senza mezzi termini invita i cittadini americani a non comprare gli smartphone delle due società in particolare, ma in generale quelli cinesi. Il capo dell’Fbi, Chris Wray, ha sottolineato che grazie agli smartphone, queste società “controllate da governi stranieri” sarebbero in grado di entrare nelle infrastrutture di tlc Usa. Queste accuse arrivano dopo che il governo di Washington aveva già impedito all’azienda cinese di vendere tecnologie alle aziende federali, proprio perché sospettata di fare spionaggio per la sua nazione.

Wray è convinto che gli smartphone cinesi consentirebbero di rubare informazioni, mettendo in atto una vera e propria opera di spionaggio.