Esami di maturità

Maturità 2017: guida utile alla prima prova scritta

Gli esami di maturità 2017 si avvicinano. Manca veramente poco alla fine dell’anno scolastico e dunque all’inizio degli esami di stato.

I maturandi di quest’anno affronteranno la prima prova scritta il giorno mercoledì 21 giugno.

L’ansia inizia a crescere tra i ragazzi che dovranno cimentarsi con gli esami di maturità.







Intanto il Ministro dell’Istruzione Fedeli ha scelto le tracce per la prima prova scritta.

Ovviamente non conosciamo quali siano queste tracce. Gli argomenti, soprattutto per il tema di attualità, possono coinvolgere diverse tematiche.

Le possibilità sono tante: dalla lotta al terrorismo alla politica migratoria in Italia o in Europa; dagli eventi sismici alla politica statunitense.

Ma queste sono solamente alcune delle possibili tracce.

Saranno circa 500 mila gli studenti italiani che quest’anno finiscono l’ultimo anno delle scuole superiori e dei licei.

Ma ora parliamo della prima prova scritta. Il primo giorno d’esame è quello che più vi ricorderete a vita.

L’ansia della sera prima, lo studio matto e disperato e le conversazioni su whatsapp con gli amici nella speranza di confortarsi a vicenda.

A prescindere da come andrà l’esame di stato sappiate che sarà un periodo che ricorderete a vita.

Ora qualche consiglio pratico su come affrontare l’esame e in particolare la prima prova scritta.

Quel giorno della prima prova è necessario che siate super concentrati, riposati e rilassati.

Una volta che il docente vi avrà distribuito i fogli dei compiti allora cercate di leggere attentamente tutte le tracce.




Dovete farvi un’idea generale. Solo dopo aver letto tutte le tracce allora scegliete quella che ritenete sia più pertinente e facile in base al vostro studio.

Che sia il tema storico o il tema d’attualità, ricordate che la regola è sempre la stessa: comprendere bene la traccia cosa vuole.

Un errore molto grave alla prima prova scritta è quello di andare fuori traccia.

Ecco perchè dovete fare attenzione a cosa vi viene chiesto esplicitamente.