Graduatorie di Istituto

Graduatorie istituto modello B: errori e chiarimenti su ordine scuole diverso e scuola capofila

Si sono verificati molti errori, rilevati dai docenti, nella fase di compilazione del modello B per le graduatorie di istituto 2017/20 di II e/o III fascia.

Per cercare di fare chiarezza i sindacati hanno cercato di chiarire alcuni punti:

è per gli aspiranti che sono inclusi sia per infanzia e/o primaria e per la secondaria: nel caso indichino più di 10 istituti comprensivi, per le graduatorie di infanzia e primaria saranno tenuti in considerazione solo i primi 10.
Ordine delle scuole diverso tra istanza e PDF: è una anomalia che abbiamo segnalato. Nella sostanza non cambia nulla, ma è giusto che ci sia piena corrispondenza.
Indicazione della scuola capofila tra le scuole scelte: già dal 2014 non è obbligatorio indicare la scuola capofila (che in sostanza è solo quella che gestisce la domanda) e a maggior ragione non è necessario indicarla come prima.
Nel PDF risultano in GAE anche coloro che non lo sono: la prima voce di pagina 2 (incluso nelle graduatorie ad esaurimento della provincia di (6) ) è riferita alle graduatorie d’istituto e non alle GAE: gli archivi sono comunque corretti, l’errore è stato segnalato e stanno intervenendo.
Docenti di ruolo con riserva: il Miur, modificando il precedente orientamento, ha chiarito con la FAQ 43 che chi è già di ruolo (anche se con riserva) non può inserirsi in II fascia per lo stesso insegnamento. Questi docenti non potranno compilare il modello B. Nella FAQ è comunque precisato che qualora la vertenza avesse un esito negativo per gli aspiranti, saranno riaperti i termini per presentare la domanda di II fascia

Non si tratta, come evidente, di spiegazioni e risoluzioni definitive. In questo senso solo un intervento ufficiale del Ministero potrebbe consentire di fare chiarezza definitiva.