Graduatorie di Istituto

Graduatorie III fascia ATA: saranno esclusi coloro che hanno presentato domanda in più scuole

Brutte notizie per gli aspiranti del Personale Ata che entro il 30 ottobre 2017 hanno inviato più domande di inserimento nelle graduatorie di circolo e di istituto di III fascia ATA. Coloro i quali hanno inviato la domanda in più istituzioni scolastiche nella stessa provincia o in province diverse, saranno esclusi dalla procedura.

La notizia arriva proprio nei giorni in cui le segreterie scolastiche stanno inserendo al SIDI le domande di circolo e di istituto di III fascia ATA. I candidati sono oltre 2 milioni in tutta Italia.







Ebbene n questa fase di elaborazione, molte segreterie stanno riscontrando l’inserimento di domande già in altra istituzione scolastica. Quindi il candidato avrebbe prodotto domanda in più scuole. Questo comporta l’esclusione della procedura, ai sensi dell’art. 8 comma 2 lettera a) del D.M. 640 del 30.08.2017.

La legge dice infatti che l’amministrazione scolastica è tenuta a escludere l’aspirante che abbia presentato domanda in più istituzioni scolastiche nella stessa provincia o in province diverse. Il decreto di esclusione perverrà al diretto interessato e a tutte le istituzioni della provincia e ad eventuale altra provincia.

Il Decreto dovrà segnalare l’inammissibilità di inserimento al SIDI della domanda, come segue:

“Si segnala l’impossibilità di inserire al SIDI la domanda dell’aspirante candidato Sig. … … … – inviata dall’interessato presso la scrivente Istituzione Scolastica a mezzo (PEC / raccomandata / a mano) in data … … … ed assunta al ns prot. n. … … … del … … … , in quanto l’istanza risulta già inserita al SIDI con progressivo n. … … … … … dell’Istituzione Scolastica competente … … … di … … … .
Tanto si comunica ai fini dell’esclusione dell’interessato … … … dalle graduatorie di circolo e di istituto di III fascia del personale ATA valide per il triennio 2017/20, ai sensi dell’art. 8 comma 2 lettera a) del D.M. 640 del 30.08.2017, avendo presentato domanda in più istituzioni scolastiche nella stessa provincia o in province diverse”.