Miur

Elezioni Sicilia: la sconfitta della sinistra è un rigurgito della Buona Scuola

‘Sapevamo che sarebbe finita così, tutto come previsto, è il risultato che ci aspettavamo’. Lo ha detto il segretario del Partito Democratico, Matteo Renzi, commentando le elezioni regionali tenutesi domenica 5 novembre, in Sicilia. Una sconfitta secondo alcuni annunciata, ma forse non in queste proporzioni.







Il candidato PD, Claudio Fava, ha raccolto una percentuale di voti bassissima, intorno al 7-8 per cento. Una lettura sostiene che il voto siciliano altro non è che una risposta a Matteo Renzi e al Partito Democratico da parte dei docenti e gli ATA siciliani dopo la gestione degli ultimi due anni all’insegna della Buona Scuola e della sua visione di mobilità.

Renzi: ‘Abbiamo perso, ora i bersaniani decidano cosa fare per le Politiche’

Un segnale forte per la sinistra in vista delle prossime elezioni politiche. Attualmente i sondaggi danno intorno al 33 per cento il centrodestra, al 29 per cento il Movimento Cinque Stelle e al 31 per cento il centrosinistra. ‘Abbiamo perso, alle Politiche i bersaniani decidano che cosa fare’.