Notizie dal mondo

Concorso scuola 2018: bando in ritardo, rischio effetto catena sugli altri concorsi

La prima metà di gennaio è passato ma nella Gazzetta Ufficiale ancora nessuna traccia del bando del concorso docenti 2018 abilitati. Una situazione che disattende le promesse del Ministero dell’Istruzione di presentare il decreto alla Corte dei Conti per poi farlo andare in Gazzetta Ufficiale i primi giorni di gennaio.

Notizie e aggiornamenti non ne trapelano: tutto sembra fermo, con il rischio che questo ritardo possa far slittare sia questo concorso che i prossimi. Ci riferiamo a quello per non abilitati con il FIT ordinario e quello riservato a chi ha 3 anni si servizio, che dovrebbero uscire contemporaneamente. Ma quest’ultimo dovrebbe avere un percorso più lungo con una tempistica che dovrebbe rimandare il tutto a subito dopo l’estate. Se slitta il primo concorso, però, rischiano di slittare tutti gli altri.

Ricordiamo che al concorso potranno partecipare anche i docenti di ruolo, oltre ai diplomati ITP. Proprio questi ultimi, oltre a poter partecipare al concorso per posti comuni solo se iscritti nelle graduatorie ad esaurimento oppure se inclusi nelle graduatorie di istituto di II fascia, potranno accedere al concorso per il sostegno se, oltre all’inclusione nelle GaE o nelle GI di seconda fascia di istituto, avranno anche la specializzazione sul sostegno, ovviamente, riferito allo stesso grado di istruzione delle graduatorie in cui sono iscritti.