Annunci di lavoro

Concorso Inps: quali sono i titoli per aumentare il punteggio

Il tanto atteso concorso INPS indetto nei giorni scorsi con un bando pubblico per 365 posti per analista di processo-consulente professionale è arrivato.

Il bando è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Per partecipare è necessario inviare online la domanda debitamente compilata entro il termine perentorio delle ore 16.00 del 27 dicembre 2017.

Per partecipare al concorso è necessario inviare domanda di partecipazione al concorso esclusivamente in via telematica, mediante l’utilizzo di PIN INPS oppure SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) oppure CNS (Carta Nazionale dei Servizi), compilando l’apposito modulo ed utilizzando la specifica applicazione disponibile all’indirizzo internet www.inps.it.

Non c’è solo la laurea tra i requisiti per partecipare al concorso. Infatti oltre alla laurea magistrale/specialistica nelle materie indicate nel bando (ad es. ingegneria gestionale, finanza, giurisprudenza, sociologia) c’è il possesso della certificazione di conoscenza della lingua inglese pari almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di riferimento.

Ma non solo: la certificazione di inglese è un requisito obbligatorio, ma è il caso di aumentare le proprie chance di vincere il concorso ottenendo un punteggio proporzionale al proprio voto di laurea, anche per chi è in possesso di master di II livello o dottorati di ricerca inerenti alle materie di cui all’art. 2 del bando di concorso.

Viene inoltre riconosciuto 1 punto per il possesso di una certificazione informatica almeno di livello base

Le certificazioni informatiche sono un requisito molto frequente, così come la certificazione linguistica di lingua inglese almeno di livello B2.

Le stesse certificazioni conferiscono punteggio nelle graduatorie di istituto di seconda e terza fascia per gli aspiranti docenti. I master di I livello oltre a fornire 3 punti, sono fondamentali per ottenere un aggiornamento professionale mirato per specifici problemi dell’apprendimento.