Scuola

Laurea abilitante insegnamento: con 60 crediti si accederà ai concorsi scuola

Come si farà a diventare docenti dal prossimo anno? Quale sarà la procedura che si dovrà seguire per ottenere l’abilitazione all’insegnamento? La riforma del reclutamento insegnanti è una partita importante che il Governo vuole giocare nelle prossime settimane. Il varo del concorso scuola era un atto dovuto, considerata l’attesa di oltre un anno cui sono stati costretti tutti i candidati iscritti al bando di oltre un anno fa.

Riforma in dirittura di arrivo

Ma è evidente che questo modello di abilitazione all’insegnamento non è ritenuto più idoneo dal nuovo Governo, che parallelamente dunque porta avanti un progetto di riforma da varare entro il prossimo anno. L’obiettivo non dichiarato del ministro Bianchi è quello di varare la riforma entro fine mese, con un decreto che dovrebbe costituire un fattore di forte discontinuità rispetto al recente passato.

Sebbene non ci stiano certezze sulla struttura complessa che avrà la riforma per diventare insegnanti, alcuni punti cardine sembrano ormai essere stati ben delineati grazie alle dichiarazioni di Bianchi che costituiscono un progetto abbastanza chiaro e una dichiarazione di intenti precisa: per diventare insegnante nei prossimi anni bisognerà abilitarsi. Come? Sarà necessario acquisire 60 crediti universitari nel settore pedagogico. Di questi 24 dovranno essere ottenuti tramite tirocinio. Lo scopo è arrivare già pronti alla professione, avendo svolto sul campo un po’ di pratica che renda meno “rigidi” di fronte all’approccio alla nuova professione.

Arrivano le lauree abilitanti

Questo significherebbe istituire lauree abilitanti per tutti coloro i quali vogliono provare ad accedere alla professione docente. Comporterebbe che gli universitari che hanno l’obiettivo di diventare insegnante, dovranno acquisire obbligatoriamente 60 crediti.

Lo scopo sarebbe uniformare il percorso che porta a insegnare nella scuola secondaria a quello in vigore per la scuola primaria e dell’infanzia: ottenere una laurea titolo abilitante per accedere ai concorsi o iscriversi in graduatoria.

Dopo lo step indispensabile dell’abilitazione con i 60 crediti, si potrà accedere ad un concorso semplificato, composto da una sola prova scritta a risposte chiuse. Il passo successivo sarà l’anno di formazione e prova, con valutazione finale indispensabile per ottenere la conferma in ruolo.