Ata

Proroga organico covid Ata: fino a giugno 2022

Forse è ancora troppo presto per festeggiare, ma ci sono buone possibilità sicuramente più di qualche giorno fa, che la proroga dei contratti per l’Organico Covid interessi anche gli Ata. C’è un impegno formale, da parte del Governo, a garantire lo stesso trattamento offerto ai docenti anche al personale Ata.

Proroga per il Personale Ata

Per gli insegnanti facenti parte dell’organico Covid, infatti, la conferma della proroga fino a fine anno scolastico era arrivata nei giorni scorsi. Una conferma che contestualmente lasciava fuori il Personale Ata. Per questo è stato necessario l’impegno in prima persona del ministro Bianchi, che dovrebbe riuscire a portare a casa il risultato.

Per il momento nero su bianco c’è solo sulla Legge di Bilancio la proroga dei docenti a tempo, circa 18mila con uno stanziamento di 300 milioni di euro. Ma presto arriverà l’estensione anche per il personae Ata. Non solo: sul tavolo c’è anche il rinnovo del contratto scuola, con un rialzo minimo a tre cifre che dovrebbe ammontare a 104€ lordi a docente.

Sindacati sul piede di guerra

D’altra parte il Governo si è trovato di fronte a un bivio. Troppe le questioni ancora aperte e che avrebbero minacciato il regolare svolgimento dell’anno scolastico. I sindacati avevano annunciato di essere sul piede di guerra, e solo un impegno concreto avrebbe potuto scongiurare lo stato di agitazione a tempo indeterminato.

La legge di Bilancio appena giunta in Parlamento era infatti piena di lacune per i sindacati. Il primo punto da correggere è la mancata proroga del contratto per l’organico Covid Ata.

Non solo organico Covid

Secondo Cisl Scuola era poi indispensabile reperire tutte le risorse economiche inserite in legge di bilancio per garantire l’incremento retributivo del personale ATA. Non solo: attenzioni concentrate anche sul fondo per l’accessorio. Chiesto anche l”uso integrale delle economie che a vario titolo residuano in tutti i capitoli di spesa relativi alla voce del personale della scuola (card, covid, legge 440, ecc.).

Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha garantito che gran parte di queste richieste verranno accolte: la proroga per tutti i contratti stipulati sul cosiddetto organico Covid anche per il personale Ata; l’investimento di risorse aggiuntive per il fondo della valorizzazione del personale docente (art.108) con riscrittura delle finalità ed eliminando i discussi riferimenti a criteri come la “dedizione all’insegnamento”; la necessità di ulteriori risorse per il Fun.

Leggi anche: Proroga organico covid Ata: sì al rinnovo ma non per tutti