Nuovo sistema di reclutamento insegnanti: 60 cfu, prova scritta unica a risposte chiuse
Scuola

Nuovo concorso Stem: c’è ancora distanza tra ministero e sindacati

Non c’è ancora un accordo tra sindacati e ministero circa il concorso STEM. In questo senso non si potrà prescindere da un nuovo incontro che consenta di trovare un punto di incontro su alcuni punti critici sui quali al momento le distanze sembrano significative. I sindacati in particolar modo sono intransigenti su due aspetti fondamentali: contingente di posti da destinare alla summenzionata procedura e contingente di posti da assegnare alla procedura prevista.

Dati sulle immissioni in ruolo

I sindacati chiedono anche che vengano integrati i dati sulle immissioni in ruolo forniti dall’amministrazione, e che venga fornita l’informativa sui posti relativi alle discipline STEM individuati per la procedura.

Serve anche un chiarimento circa i dati sulle regioni in cui residuano posti non assegnati ai vincitori della procedura ordinaria del concorso STEM, DD 826 dell’11 giugno 2021, per effetto di rinunce o altro, in presenza di idonei.

Assegnazione dei posti vacanti

I sindacati chiedono che alla procedura vengano assegnati i posti vacanti e disponibili per l’anno scolastico 2021/2022 che residuano dalle immissioni in ruolo effettuate ai sensi dei commi 1, 2, 3 e 4, dell’art. 59 DL 73/2021, fatti salvi i posti di cui ai concorsi per il personale docente banditi con i decreti del Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione del Ministero dell’istruzione nn. 498 e 499 del 21 aprile 2020,
pubblicati nella Gazzetta Ufficiale, 4ª serie speciale, n. 34 del 28 aprile 2020.”

Nel caso in cui si punti solo sul nuovo concorso ordinario i 6.333 posti individuati per le discipline STEM (A020, A026, A027, A028, A041) potranno andare indistintamente a docenti neolaureati /precari/ docenti di ruolo che superino le prove e si collochino entro il numero dei posti a bando.

Nuovo concorso straordinario

Ma c’è anche la possibilità che venga bandito un nuovo concorso straordinario con una prova disciplinare. In questo caso, i posti sarebbero riservati esclusivamente ai docenti precari/di ruolo che hanno maturato almeno 3 anni di servizio negli ultimi 5 nelle scuole statali, di cui almeno 1 nella classe di concorso per cui si partecipa come previsto dal Decreto Sostegni bis.

Leggi anche: Concorso Educazione motoria scuola primaria: assunzioni anche da Gps

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *