Scuole chiuse Cosenza: allerta meteo 26 novembre, ufficiale la decisione
Scuola

Allerta meteo Campania domani scuole chiuse: torna il maltempo lunedì 8 novembre

Domenica sera in attesa di novità per gli studenti di Napoli in vista di possibili decisioni circa l’opportunità di lasciare le scuole chiuse domani nel capoluogo campano a causa dell’allerta meteo in Campania prevista per domani lunedì 8 novembre 2021.

Allerta meteo Napoli scuole chiuse?

In realtà il nuovo sindaco Manfredi ha dimostrato nell’ultimo periodo di essere piuttosto restio a decretare la chiusura delle scuole con troppa facilità, al contrario di quanto avveniva con il suo predecessore De Magistris. Cosa che ha anche scatenato l’ironia della rete, con gli studenti che hanno mostrato di “rimpiangere” De Magistris, più propenso e prudente nel decidere di chiudere le scuole in occasione di giornate caratterizzate dal maltempo.

Per questo sembra difficile che una allerta meteo gialla, come quella proclamata dalla protezione civile per la giornata di domani, possa essere sufficiente a convincere il sindaco Gaetano Manfredi a decidere per la chiusura delle scuole.

Allerta gialla della protezione civile

L’allerta gialla è stata decisa per lunedì 8 novembre in virtù del previsto ritorno del maltempo su Napoli e sulla Campania. La Protezione Civile ha emanato un avviso di allerta meteo di colore Giallo valido a partire dalle 6 di mattina fino alle 6 di martedì 9 novembre su tutta la Campania. Questo il bollettino integrale:

“Si prevedono precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio e temporale, puntualmente anche intense. Possibili raffiche di vento nei temporali. La perturbazione interesserà dapprima i quadranti settentrionali del territorio campano per poi estendersi al centro-sud della regione. A questo quadro meteo è associato un rischio idrogeologico localizzato con possibili frane e caduta massi anche in assenza di precipitazioni per effetto della saturazione dei suoli.

Il bollettino della protezione Civile

Sono possibili fenomeni di impatto al suolo come:

– Ruscellamenti superficiali e possibili fenomeni di trasporto di materiale;

– Possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;

– Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali, possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree depresse; – Innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, ecc);

– Possibili cadute massi in più punti del territorio;

– Occasionali fenomeni franosi.​ ​La Protezione Civile della Regione Campania raccomanda agli enti competenti di porre in essere tutte le misure atte a mitigare e contrastare i fenomeni attesi anche in linea con i rispettivi Piani comunali​”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *