Scuola

Sciopero scuola ottobre 2021: agitazioni a oltranza fino quando c’è il Green Pass

Lo sciopero scuola a ottobre 2021 è stato proclamato dall’Associazione Sindacale F.I.S.I. – Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali. Si tratta di una agitazione annunciata in virtù dell’introduzione del decreto Green Passe e che in realtà non riguarda solo la scuola, ma in generale diversi ambiti lavorativi e non solo. Fisi ha proclamato “lo sciopero generale a oltranza dalle ore 00.01 del 21 ottobre 2021 fino alle 23.59 del 31 di ottobre 2021”. Lo sciopero è stato confermato con una comunicazione del ministero dell’Istruzione con la nota 45316 del 20 ottobre 2021.

Regolamenti non rispettati

Uno sciopero che però non rispetta una serie di regolamenti in materia. E infatti con delibera del 6 ottobre, confermata nei contenuti del provvedimento con nota dell’11 ottobre 2021, entrambe adottate in merito allo sciopero proclamato dal medesimo sindacato dalle 00.00 del 15 ottobre alle 00.00 del 20 ottobre, la Commissione di Garanzia ha evidenziato il mancato rispetto della rarefazione oggettiva “invitando l’organizzazione sindacale a revocare lo sciopero proclamato” affermando inoltre “che trattandosi di sciopero riguardante una pluralità di settori lo stesso è soggetto alle disposizioni in materia dei limiti di durata previsti dalle singole discipline di settore” e concludendo che “nel caso di specie la proclamazione dello sciopero in oggetto non appare conforme alle richiamate disposizioni”.

Aperto procedimento di valutazione

Proprio in virtù della mancanza di questi requisiti, la Commissione ha aperto il procedimento, ai fini della valutazione del comportamento, di cui agli articoli 4, comma 4-quater e 13, comma 1, lettera i), della legge n. 146 del 1990, nei confronti della Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali. Ciò premesso, poiché l’azione di sciopero interessa il servizio pubblico essenziale “istruzione”, il diritto di sciopero va esercitato in osservanza delle regole e delle procedure fissate dalla citata normativa. Al momento non si stanno infatti riscontrando particolari disservizi e una adesione allo sciopero che costituisce motivo di preoccupazione per il mondo della scuola o di altri settori. Fisi ha confermato la sua linea di condotta nei confronti del Green Pass, con scioperi che dureranno a oltranza fino a quando non sarà revocato. Dunque, di fatto, uno sciopero che va oltre il 31 ottobre e che dovrebbe riguardare l’intero periodo di attuazione del green Pass, al momento fissato fino alla fine dello stato di emergenza legato alla pandemia che scade il 31 dicembre 2021. Fino ad allora dunque è lecito attendersi altri scioperi o agitazioni, anche a novembre.