Concorsi scuola 2021: notizie contradditorie, cresce il pessimismo
Scuola

Concorsi scuola 2021: notizie contradditorie, cresce il pessimismo

Non c’è ancora una data utile per i concorsi scuola promessi dal Governo, ma il fatto che dopo l’avviso dell’ufficio scolastico regionale del Piemonte, arrivi lo stesso avviso anche da parte di Abruzzo e Friuli circa l’aggiornamento censimento aule informatizzate per l’espletamento delle procedure concorsuali ordinarie e straordinarie per il personale scolastico, lascia pensare che dietro le quinte qualcosa si stia muovendo.

Gli Avvisi degli Usr

Nei giorni scorsi era arrivato l’avviso dell’USR Piemonte: “Al fine di consentire il corretto espletamento delle prove previste per le procedure concorsuali ordinarie e straordinarie per il personale scolastico, di prossimo svolgimento, si rappresenta la necessità di procedere all’aggiornamento della ricognizione delle aule informatiche presenti nelle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado. Come di consueto, sarà messa a disposizione una piattaforma che consentirà alle istituzioni scolastiche di procedere alle operazioni di aggiornamento del censimento delle aule. Tale piattaforma, volta a raccogliere le informazioni relative alla capienza ed alle caratteristiche tecniche di ogni singola aula, sarà disponibile al seguente link https://concorsi.scuola.miur.it/, dall’11 al 22 ottobre pp.vv.”

Notizie contraddittorie

Oggi arriva lo stesso avviso dell’USR Abruzzo che conferma le stesse date, seguito da quello dal censimento aule anche del Friuli Venezia Giulia. Una buona notizia, dunque, che però stride con il passare delle settimane che avvicinano inesorabilmente alla fine dell’anno, scadenza indicata dal Governo per l’attuazione non di uno, ma addirittura di tre concorsi che dovrebbero iniziare entro dicembre 2021. Considerato che in ogni caso il tutto dovrebbe essere fatto abbondantemente prima di Natale, e che siamo già quasi a metà ottobre, si può dire che restano soltanto due mesi circa a disposizione per bandire il concorso, informare gli iscritti e attuarlo. Tutto abbondantemente fattibile, ma certo i tempi cominciano a farsi stretti ed è comprensibile una certa ansia crescente da chi si è iscritto ormai da più di un anno a concorsi di cui non si vede ancora l’ombra.

Leggi anche: Bando concorso ordinario 2021: a chi spetta la riserva posti e quanti sono

Quattro concorsi in stand by

C’è anche da fare il nuovo concorso straordinario previsto dal Decreto Sostegni bis. Per i concorsi già banditi, non dovrebbero essere previste riaperture delle iscrizioni, nonostante le modifiche del bando inevitabili, come quelle relative all’abolizione della prova preselettiva. Ogni giorno è buono per avere delle novità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *