Concorso ordinario scuola 2021: graduatorie esaurite, via alla prova scritta
Scuola

Concorso ordinario scuola 2021: graduatorie esaurite, via alla prova scritta

La data dei concorsi docenti 2021 è certamente il primo motivo di interesse da parte degli aspiranti docenti che sperano che il Governo e il Miur mantenga l’impegno preso di avviare le procedure entro la fine di quest’anno. In questo senso, la sensazione è che si stia aspettando la pubblicazione, da parte degli Uffici Scolastici, delle graduatorie esaurite e della posizione dell’ultimo nominato. Per questo urge l’avvio della prova scritta, altrimenti non si riuscirà a ultimare le graduatorie in tempo per la prossima estate.

Classi di concorso con graduatorie concorsi esaurite

In questo modo, il ministero stesso potrà definire meglio per quali regioni e classi di concorso ci sia maggiore priorità di attivare i concorsi ordinari e il nuovo concorso straordinario. Per quest’ultimo, ricordiamo che ci sono da assegnare i posti residui dei 112.474 posti autorizzati per anno scolastico 2021/22.

Quindi è probabile che nelle prossime settimane arrivino i dati relativi alle regioni e alle classi di concorso con graduatorie concorsi esaurite. In questo senso si inizia già a muovere qualcosa con il primo report fornito dall’USR Veneto, per cui risultano quasi tutte esaurite le classi di concorso sia su posto comune che su sostegno. Adesso è possibile che uno dopo l’altro arrivino gli altri. Una situazione che porta il Ministero a dover stringere i tempi in modo da riuscire entro agosto 2022 a ultimare le graduatorie dei concorsi già banditi.

Iscrizioni chiuse

Sono infatti in sospeso, causa pandemia, i concorsi ordinari infanzia primaria e secondaria, e il nuovo concorso straordinario di cui all’art. 59 del DL 73/2021. Per questi concorsi sono già state chiuse le iscrizioni da oltre un anno. Difficile che possano essere riaperte, nonostante il bando che definirà i prossimi concorsi potrebbe essere in parte diverso rispetto a quello originario. La differenza sicura sarà rappresentata dall’assenza delle prova preselettiva, prevista nel bando originario. In virtù del decreto semplificazioni voluto da Brunetta per i concorsi pubblici, non ci sarà più la prova che costituiva una iniziale scrematura in caso di partecipazione numerosa al concorso.

Nel 2021 ci sono state molte immissioni in ruolo: 60.000, il triplo rispetto all’anno scorso. Adesso si attende un ulteriore salto in vista del prossimo anno, ma tutto dipenderà dalla riuscita della realizzazione delle procedure concorsuali in sospeso.

Concorso ordinario scuola 2021 infanzia e primaria

Il più atteso è probabilmente il Concorso ordinario infanzia e primaria. La procedura, sia per posti comuni che di sostegno si articolerà in:

un’unica prova scritta con più quesiti a risposta multipla, volti all’accertamento delle conoscenze e competenze del candidato sulla disciplina della classe di concorso o tipologia di posto per la quale partecipa, nonché sull’informatica e sulla lingua inglese. Non è prevista la pubblicazione anticipata quesiti;
una prova orale;
valutazione dei titoli;
formazione della graduatoria sulla base delle valutazioni della prova scritta, di quella orale e dei titoli, nel limite dei posti messi a concorso.

Leggi anche: Concorso straordinario 2021: classi di concorso, sì sostegno, no infanzia e primaria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *