Green pass prima dose vaccino: l'equivoco su quanto bisogna aspettare
Scuola

Green pass prima dose vaccino: l’equivoco su quanto bisogna aspettare

Le ultime novità sul Green Pass includono anche il Green Pass scuola e i metodi per ottenere la certificazione verde, norma estesa a tutti i dipendenti pubblici e privati. L’equivoco che sta nascendo in questi giorni riguarda l’ottenimento del Green Pass dopo la prima dose. E’ stata smentita la circostanza per cui il green pass diventa valido subito dopo la somministrazione della prima dose. Questo diritto è riservato solo ai guariti. Invece chi si sottopone alla prima dose di vaccino, senza aver contratto il Covid, deve aspettare quindici giorni per ottenere il Green Pass.

Green pass prima dose vaccino, è valido?

A volte ci vuole anche qualche giorno in meno, ma comunque bisogna attendere la comunicazione da parte del Ministero dell’avvenuto rilascio del Green Pass. Quindi chi fa la prima dose, e deve poi essere sottoposto alla seconda, deve aspettare quindici giorni. Invece chi fa la prima dose da guarito (che equivale alla seconda dose), ha diritto al Green Pass subito. Altra novità è che la certificazione per i guariti avrà durata di 12 mesi (e non più 6 mesi).

Dal 15 ottobre cambia tutto

La prossima novità scatterà a partire dal 15 ottobre, quando entrerà in vigore il cosiddetto Super Green Pass, che estende la necessità di essere in possesso del certificato verde, dopo i dipendenti della scuola, anche a tutto il personale delle amministrazioni pubbliche. Obbligo anche per chi svolge la propria attività lavorativa, formativa o di volontariato presso le amministrazioni pubbliche.

Chi non è in possesso del Green Pass non può accedere al luogo di lavoro e viene ritenuto già da quel giorno assente ingiustificato, quindi senza retribuzione. Dopo cinque giorni di assenza, il rapporto di lavoro è considerato sospeso fino alla presentazione della certificazione. Non sono previste sanzioni disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro.

Chi dovesse accedere comunque ai luoghi di lavoro dove è previsto l’obbligo del Green Pass, senza essere in possesso della certificazione verde, viene punito con una sanzione amministrativa fino a 1500 euro. Invece il datore di lavoro che non ha verificato il rispetto delle regole, è prevista una sanzione fino a 1000 euro.

Green Pass scuola, si attendono novità

Per il mondo della scuola invece si attende la conversione in legge dell’approvazione dell’ordine del giorno relativo alla richiesta di consentire ai genitori l’accesso, per pochi minuti, utile solo a prelevare il figlio da scuola in caso di necessità, anche senza Green Pass. L’approvazione dell’ordine del giorno da parte della Camera costituisce un buon viatico verso la modifica della norma con applicazione di questo ordine del giorno, ma per la sua efficacia è necessaria l’ufficializzazione che per il momento non è ancora arrivata. Dunque per il momento ai genitori è richiesto il Green Pass per accedere a scuola, per qualunque motivo. Nessuna richiesta di Green Pass invece per i genitori che devono semplicemente accedere al cortile della scuola per aspettare che i figli escano dell’istituto.

Leggi anche: Green pass scuola, docenti: importante novità sulle mascherine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *