Green Pass scuola, Galli: "Vaccino non evita i contagi, è boom tra i bambini"
Scuola

Green Pass scuola, Galli: “Vaccino non evita contagi, è boom tra i bambini”(video)

Le polemiche attorno al Green Pass non si placano, soprattutto adesso che è stato introdotto il Super Green Pass, misura necessaria in concomitanza con la riapertura di realtà come gli uffici, pubblici e privati, e la scuola. Tra i principali detrattori del Green Pass scuola e non solo, c’è chi sostiene che siamo l’unico Paese in Europa, tra i pochi al mondo, ad aver introdotto misure così restrittive. Da un lato si registra il plauso dall’estero, come nel caso Di Fauci dagli Usa che definisce l’Italia un Paese all’avanguardia.

A cosa servono i vaccini

Dall’altro c’è chi si chiede a cosa serva una misura così restrittiva se poi i numeri dell’Italia, tra contagi e morti, sono tra i peggiori se confrontati con gli altri Paesi. Il professor Galli su questo punto è molto chiaro. Il Green Pass è una misura valida perchè in Italia non tutti sono ancora vaccinati, e soprattutto perchè la variante Delta è molto contagiosa e si sta continuando a diffondere tra non vaccinati e soprattutto giovani e bambini: “I vaccini sono molto validi, evitano di andare in cimitero e in ospedale. Ma non è altrettanto valido nell’evitare completamente i contagi, altrimenti il problema sarebbe vicino dall’essere risolto. Senza il vaccino continueremmo a contare i morti a migliaia, col vaccino abbiamo arginato il problema”.

Insomma da un lato la scienza assicura che chi si è vaccinato è certamente molto meno contagioso, e dunque protegge anche chi è attorno a se. Allo stesso tempo però il vaccino, secondo il professor Galli, va inteso come un dispositivo di protezione individuale, al pari della mascherina, dal momento che chi non è vaccinato non può sentirsi sicuro soltanto perchè intorno a se tutti gli altri lo sono.

Green Pass scelta politica

Quanto alle scelte dell’Italia, sottolinea come si tratti di scelte politiche in base alle evidenze scientifiche. Scelte politiche che condizionano le linee guida degli altri Paesi, come la Gran Bretagna, che invece ha deciso di far circolare liberamente i propri cittadini, vaccinati, senza il bisogno di introdurre alcuna certificazione verde per accedere a luoghi pubblici, usare mezzi di trasporto, o andare a lavoro o a scuola.

Ecco il video in cui il professor Galli, ospite in collegamento a “Otto e mezzo” su La7, condotto da Lilli Gruber, spiega la sua posizione:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *