Green Pass scuola: per i docenti trattamento diverso rispetto ai dipendenti pubblici
Scuola

Al via i controlli Green Pass scuola: risultato sorprendente

E’ il giorno del collaudo vero e proprio della nuova piattaforma informatizzata che ha l’obiettivo di scongiurare i controlli manuali, uno per uno, dei green pass all’interno delle scuola. Una piattaforma fondamentale per ridurre l’allergia nei confronti del Green Pass e di evitare lungaggini e ritardi al mattino prima di iniziare le lezioni. La piattaforma per il controllo del Green pass nelle scuole “è attiva dalle 7 e ci sono state oltre 900mila verifiche. Se considerate che non tutto il Paese è partito, ma 4.500 scuole su 8.000, pensate che risultato straordinario che è”. Questo l’annuncio con soddisfazione evidente da parte del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi.

Un’ora per controllare i Green Pass

Un buon risultato se si considera che fino a un paio di settimane fa si navigava a vista e si temeva che ogni mattino, per il controllo di tutto il personale scolastico, sarebbe servita almeno un’ora per controllare tutti i Green Pass. La piattaforma invece consente all’ufficio di presidenza di avere un quadro completo dei Green Pass di tutti i dipendenti della scuola, con relativo semaforo vere (Green Pass valido) o rosso (Green Pass non valido). In questo modo il dirigente scolastico o chi per lui (docente o personale Ata che hanno ottenuto la delega ai controlli) possono procedere solo all’eventuale verifica dell’accesso o meno di chi non dispone del Green Pass. Bianchi aggiunge: “Tutto ieri l’abbiamo provata un’ultima volta. Questo è un Paese che sa fare cose che funzionano, tutti me la stanno domandando in giro per l’Europa“.

I tempi di risposta

Il tempo di risposta del sistema calcolato per il controllo dei green pass a scuola è risultato in media di un secondo nel 95% dei casi in cui la piattaforma è stata ‘interrogata’ nei vari istituti. Questo tempo rappresenta l’intervallo che corre dal momento in cui il preside entra nel sistema a quello in cui riceve la risposta. L’ufficio di presidenza non ha da fare altro, se non verificare che ci siano Green Pass non validi tra il personale scolastico in servizio in quella giornata, e provvedere a impedirne l’accesso.

Green pass, chi lo deve esibire

Da oggi il Green Pass scuola è obbligatorio per tutti coloro i quali lavorano nel mondo della scuola, sia dipendenti del ministero che esterni, e per chiunque abbia necessità di accedere all’istituto a qualunque titolo, genitori compresi. Un problema in particolare per i genitori dei bambini più piccoli, alle prese on la delicata fase dell’accoglienza in classe durante la quale è necessario che siano presenti. Gli studenti sono invece esonerati dall’obbligo Green Pass, anche in virtù dell’ottima risposta che stanno dimostrando gli over 12 alla campagna vaccinale.

2 commenti su “Al via i controlli Green Pass scuola: risultato sorprendente

  1. Il green pass non alcuna valenza sanitaria…anzi può essere controproducente e FAVORIRE la diffusione del virus così come la mascherina usata massivamente non in ambienti professionali favorisce i contagi… diteglielo al

  2. Il green pass non ha alcuna valenza sanitaria…anzi può essere controproducente e FAVORIRE la diffusione del virus così come la mascherina, usata massivamente, non in ambienti professionali, favorisce i contagi… diteglielo al ministro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *