Caos Green Pass scuola: molti non lo ricevono in tempo, i casi più frequenti
Scuola

Assunzioni organico Covid 2021: ecco la ripartizione dei fondi regione per regione

Confermata la necessità di integrare l’organico del personale scolastico con figure che facciano fronte alle necessità dovute ad eventuali assenze legate alla pandemia. Il Ministero dell’Istruzione ha reso nota la ripartizione dei fondi disponibili regione per regione, all’interno delle “Misure urgenti per la scuola” finalizzate a inserire l’Organico Covid. Arrivano le prime indicazioni per gli uffici scolastici regionali che possono anche verificare gli importi messi a disposizione da parte del Ministero.

Scadenza dell’Organico Covid

L’integrazione con l’Organico Covid prevede l’attivazione di nuovi incarichi di personale docente con contratto a tempo determinato, dalla data di presa di servizio fino al 30 dicembre 2021. La data coincide con la scadenza dello stato di emergenza attuale dichiarato dal Governo, ma tutto fa pensare che a breve possa arrivare una proroga dello stesso, fino alla fine dell’anno scolastico. L’assunzione dei docenti all’interno dell’Organico Covid è finalizzato al recupero degli apprendimenti, da impiegare in base alle esigenze delle istituzioni scolastiche nell’ambito della loro autonomia.

L’organico Covid comprende l’assegnazione anche di ulteriori incarichi di personale ATA con contratto a tempo determinato, dalla data di presa di servizio, per il momento sempre fino al 30 dicembre 2021, per finalità connesse all’emergenza epidemiologica.

Ripartizione dei fondi

In totale le scuole italiane avranno a disposizione 422 milioni in totale, di cui 350:

per il 50% in funzione dell’incidenza del numero degli alunni;
per il 20% in base alla presenza di classi con numerosità superiore ai 23 alunni;
per il 30%, in funzione dell’indice di fragilità calcolato dall’Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione (che misura le condizioni di fragilità degli alunni rispetto all’ordine di scuola che frequentano);

Del totale, 50 milioni di euro vanno a finire nelle tasche degli uffici scolastici regionali come rimborso delle spese sostenute nel periodo settembre-dicembre 2020.
Infine 22,44356 milioni di euro serviranno a garantire la copertura di risorse umane per le istituzioni scolastiche che presentano almeno cinque classi con più di 26 alunni (per le scuole primarie e le scuole secondarie di I grado) e 27 alunni (per le scuole secondarie di II grado).

Personale extra per il Green Pass

Da capire se è confermata la possibilità di assumere personale scolastico, come annunciato in un primo momento, necessario per fronteggiare le dinamiche legate al controllo del Green Pass. L’annuncio era stato dato nel momento in cui si pensava che il controllo del Green Pass sarebbe avvenuto quotidianamente. Ma con l’introduzione della piattaforma che scongiurerà questa procedura, è possibile che questo tipo di assunzioni non sia più necessaria.

Fondi regione per regione

Questa la tabella riepilogativa delle risorse che ogni regione avrà a disposizione:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *