Il pasticcio su Istanze Online: sulle supplenze silenzio assordante del Ministero
Istanze online

Spezzone gps quante ore minimo e massimo: dipende dalla scuola

Una delle opzioni che sta complicando maggiormente la vita ai docenti alle prese con le domande online per la partecipazione all’attribuzione delle supplenze al 30 giugno e al 31 agosto riguarda gli spezzoni. Ricordiamo che al momento la scadenza per la presentazione delle domande riservate a chi è incluso nelle GaE e nelle GPS, è fissata per la mezzanotte del 1 agosto, ma con ogni probabilità, se la richiesta dei sindacati verrà accettata, si arriverà a una proroga per il 23 agosto alla stessa ora. Per consentire a quanti non riescono a presentare in queste ore la domanda in virtù del malfunzionamento dell’informatizzazione nomine supplenze di godere delle stesse possibilità di chi invece lo ha già fatto.Spezzone gps quante ore minimo e massimo: dipende dalla scuola

All’interno della possibilità di scegliere per ciascuna preferenza espressa il tipo di contratto, esiste il vincolo della selezione di un orario minimo di spezzone pari a sette ore.

Il famigerato spezzone orario

Lo spezzone è una delle tre opzioni disponibili: il candidato infatti può scegliere la tipologia di contratto desiderata tra annuale (al 31 agosto), fino al termine delle attività didattiche (al 30/06),
spezzone orario.

Chi seleziona lo spezzone orario, deve indicare anche il numero minimo e massimo di ore per cui vuole concorrere. Per la scuola dell’infanzia il range è compreso tra 7 e 24. Per la scuola primaria tra 7 e 23. Per la scuola secondaria di I e di II grado tra 7 e 17.

Lo spezzone deve essere considerato di sette ore all’interno di una stessa scuola. Dunque per arrivare all’orario minimo previsto non si possono sommare gli spezzoni di diverse scuole.

Domande, chi può presentarle

Le domande di partecipazione all’attribuzione delle supplenze possono essere presentate da chi è inserito in GaE e nelle GPS di prima fascia, elenchi aggiuntivi e seconda fascia.

Gli aspiranti inclusi nelle GPS prima fascia ed elenchi aggiuntivi possono partecipare all’attribuzione degli incarichi finalizzati al ruolo. La domanda è sempre la stessa, anche se poi il sistema le gestirà in maniera separata. Questo è uno degli aspetti su cui avevano insistito molto i sindacati, poco convinti della funzionalità della gestione congiunta delle due domande. Ma il sistema era ormai stato impostato e non era più possibile procedere con modifiche così strutturali.

Altra questione su cui i sindacati avevano insistito era quella relativa alla scadenza dei termini per la presentazione delle domande, ritenuta troppo ravvicinata. Su questo, purtroppo, si erano rivelati tristi profeti perchè il malfunzionamento di Istanze Online sta rendendo indispensabile una proroga che dovrebbe essere ratificata nelle prossime ore e che dovrebbe rimandare il tutto al 23 agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *