Assunzione precari con 24-36 mesi di supplenze: le novità per la prima fascia Gps
Scuola

Supplenze Gps: i motivi per scegliere preferenza analitica o sintetica

Nell’inserimento della domanda per le supplenze GPS c’è la possibilità, da sfruttare integralmente, di esprimere fino a 150 preferenze. Non è però di immediata comprensione come si debbano calcolare e soprattutto che differenza c’è tra preferenza sintetica e analitica. Mancano pochi giorni alla chiusura dell’informatizzazione nomine supplenze sul sito Istanze Online: la scadenza è fissata per mezzanotte di sabato 21 agosto.Supplenze Gps: i motivi per scegliere preferenza analitica o sintetica

Differenza tra preferenze analitiche e sintetiche

Una delle differenze più significative nella scelta delle sedi è costituita dalla possibilità di selezionare tra preferenze analitiche o puntuali (singole scuole) e sintetiche (comuni o distretti). Se si sceglie la preferenza analitica, c’è la possibilità di inserire sino a 150 preferenze. In questo modo, si possono indicare le scuole dove si preferisce lavorare e la classe di concorso. Invece se si inserisce la preferenza sintetica è possibile indicare il comune o il distretto, indicando un gruppo di sedi.

La preferenza andrebbe sempre accordata alle preferenze analitiche. Questo perchè nel caso in cui in quel comune o in quel distretto non si trova nessuna preferenza analitica, è possibile scegliere il distretto.

Non confondete preferenze con scuole

Uno degli errori in cui si incorre è quello di confondere le preferenze con le scuole. La possibilità che dà il sistema è quella di effettuare fino a 150 preferenze, non fino a 150 scuole. Questo significa che ogni preferenza sintetica distretto o comune vale 1. Questo a prescindere dal numero di scuole che comprende.

Questo significa che è molto probabile che si superi il numero di 150 scuole. Ma non è un problema. L’unico limite è quello delle 150 preferenze.

Ma ci sono anche casi in cui è meglio prediligere la preferenza sintetica (distretto o comune). Infatti questo tipo di preferenza consente di esprimere con una sola scelta tutte le scuole incluse. Scuole che verranno considerate sulla base al codice alfanumerico dell’istituzione scolastica.

Il consiglio di Cisl scuola

In questo modo si ha la certezza di poter ottenere una supplenza sui posti disponibili in base alla posizione occupata e alle scelte effettuate. Questo concetto diventa ancora più rafforzato nel momento in cui si ha a che fare con province più ampie. Infatti consente, indicando con una sola preferenza più scuole, di migliorare le opportunità di ottenere un incarico.

Lo spiega anche Cisl Scuola, che evidenzia come “coprendo l’intero territorio provinciale attraverso l’espressione di tutti i codici di scuola o dei codici sintetici sarà possibile concorrere anche per i posti disponibili di cui gli uffici avranno conoscenza dopo la chiusura delle domande ma in tempo utile prima della chiusura delle funzioni prima che il programma elabori l’assegnazione dei posti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *