Domande supplenze Gps: immissioni in ruolo dalla seconda fascia
Scuola

Supplenze scuola 2021: quando verrà comunicata l’assegnazione della sede

In attesa di capire se ci sarà una proroga o meno rispetto al 21 agosto relativa al termine di presentazione delle domande di partecipazione all’attribuzione delle supplenze 2021/22, i docenti stanno completando l’inserimento delle stesse tramite la procedura di informatizzazione nomine su Istanze online. Le chiamate potrebbero arrivare già da subito, in modo da consentire ai docenti di entrare in servizio dal 1° settembre. Ciò significa che dovrebbero conoscere subito la sede assegnata.Supplenze scuola 2021: quando verrà comunicata l'assegnazione della sede

Come vengono assegnate le sedi

L’assegnazione delle sedi sarà effettuata tramite procedura automatizzata, tramite un algoritmo che stabilisce le scuole in base alla posizione ricoperta in graduatoria, provando a rispettare l’ordine delle preferenze espresse. Se il candidato ha inserito preferenze sintetiche (comuni o distretti), l’ordine di preferenza delle istituzioni scolastiche all’interno del comune o del distretto si basa sull’ordinamento alfanumerico crescente del codice meccanografico.

Dopo questa fase, è compito degli Uffici territoriali comunicare ai docenti e alle scuole coinvolte le assegnazioni tramite mail. Ma le assegnazioni saranno anche visibili sul sito dell’ufficio Scolastico.

Nomine in base alla disponibilità

Gli insegnanti inseriti in GaE e GPS prima e seconda fascia potrebbero non ricevere una nomina in questa fase. La riceveranno in base alle disponibilità per provincia, e in base alle singole richieste dei docenti.

La proroga chiesta dai sindacati per la scadenza delle nomine, potrebbe creare difficoltà nel rispettare l’assegnazione delle nomine entro il primo settembre. E’ anche vero, però, che molti non hanno ancora presentato la domanda dal momento che non hanno ancora potuto consultare le disponibilità, in ritardo per alcuni Uffici scolastici.

Chi avrà la fortuna di conoscere in anticipo la sede della presa di servizio, potrà sfruttare questo lasso di tempo per eventuali comunicazioni da fornire alla scuola o per richiedere informazioni utili alla presa del servizio stesso. Si può anche sfruttare questo lasso di tempo per sbrigare alcuni aspetti burocratici, come quelli relativi alle coordinate per la ricezione dello stipendio. Oppure per dare importanti comunicazioni alla scuola in caso di maternità o altri impedimenti.

Disponibilità ancora a singhiozzo

I prossimi giorni saranno decisivi per capire se tutta la procedura si riuscirà a completarla entro il 21 agosto: nel caso in cui per quella data alcune disponibilità non dovessero essere ancora state pubblicate, sarà inevitabile una proroga per scongiurare ricorsi. Va anche tenuto presente che sono stati riscontrati errori nelle ripubblicazioni delle Gps.

Tutti contrattempi che inevitabilmente rischiano di gravare sul completamento della procedura, e sui quali i sindacati stanno vigilando in modo che non ci siano docenti penalizzati rispetto ad altri nell’inoltro della domanda per le supplenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *