Concorso Stem: immissione in ruolo vincitori, che fine fanno i supplenti
Concorsi

Concorso Ripam 2133 funzionari amministrativi: si può ancora presentare domanda

Volevi partecipare al Concorso Ripam ma ti sei accorto che non hai fatto in tempo a presentare la domanda perchè i termini erano scaduti. Ebbene, c’è un’ottima notizia perchè sono stati appena riaperti i termini per partecipare al concorso RIPAM per Funzionari Amministrativi. Infatti, grazie a una recente modifica del bando delle ultime ore, è possibile presentare domanda fino al 30 agosto 2021. Questa volta ti conviene non perdere tempo e presentare subito la domanda.

Il bando è stato modificato, dando la possibilità di presentare altre domande, perchè c’è un’altra buona notizia: infatti è stato deciso un aumento dei posti a concorso. Adesso in totale sono diventati 2.736. Altra buona notizia, che le prove selettive sono state modificate: adesso sarà necessario sostenere una sola prova scritta. Ricordiamo che per partecipare a questa selezione pubblica, è necessario essere laureati. I vincitori del concorso otterranno una assunzione a tempo indeterminato.

Adesso che il concorso RIPAM è stato riaperto, avete la possibilità di scaricare il nuovo bando, ma prima è importate capire come candidarsi.Concorso Ripam 2133 funzionari amministrativi: si può ancora presentare domanda

Concorso funzionari Ripam, aumentano i posti

Inizialmente i posti disponibili erano per l’assunzione di 2.133 Funzionari Amministrativi a tempo indeterminato. Adesso il numero complessivo è stato aumentato a 2736, modificando anche la struttura del concorso stesso: addio infatti a preselezione e prova orale.

I posti non sono dirigenziali, ma offrono contratto a tempo indeterminato, nell’Area funzionale III – F1 o categorie o livelli equiparati, con il profilo di funzionario amministrativo, nei ruoli di 18 amministrazioni centrali.

Per partecipare al concorso bisogna essere in possesso di questi requisiti:

cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell’Unione Europea o di altre categorie ammesse dal bando;
età non inferiore ai diciotto anni e non superiore a quella prevista dalle norme vigenti per il collocamento a riposo (pensione);
possesso di uno de seguenti titoli di studio: laurea triennale, diploma di laurea, laurea specialistica, laurea magistrale;
idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni;
non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
godimento dei diritti civili e politici;
non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
assenza destituzione o dispensa dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento;
non essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego statale;
per i candidati di sesso maschile, nati entro il 31 dicembre 1985, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva;
condotta incensurabile (maggiori informazioni nel bando).

Come prepararsi alla prova

Come detto, niente prova preselettiva, ne prova orale. Ci sarà un’unica prova scritta computer based. Non è escluso che in considerazione dell’alto numero dei candidati previsti e delle restrizioni Covid, gli esami si possano svolgere in sedi decentrate e in più sessioni non contemporanee. La prova scritta è costituita da 40 quesiti a risposta multipla.

Cosa studiare

Le materie utili a superare 31 delle 40 domande sono: diritto pubblico, diritto civile; organizzazione e gestione delle pubbliche amministrazioni; contabilità di Stato; elementi di economia pubblica; conoscenza della lingua inglese.

Ci saranno poi 8 domande finalizzate alla verifica della capacità di risoluzione di problematiche organizzative e gestionali. Si dovrà scegliere tra tre alternative.

Stipendio

La retribuzione per chi otterrà il posto sarà di 1.870,65 Euro al mese.

La sede dipenderà dalle esigenze del Ministero ma terrà conto delle preferenze indicate dai vincitori, in ordine di graduatoria.

Domanda

La domanda va presentata esclusivamente per via telematica attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema “Step-One 2019”. E’ necessario essere in possesso di indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) personale.

La partecipazione al concorso costa 10€.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *