Immissioni in ruolo 2021: il destino degli insegnanti idonei ma non in graduatoria
Scuola

Immissioni in ruolo 2021: il destino degli insegnanti idonei ma non in graduatoria

Le Immissioni in ruolo docenti anno scolastico 2021/22 entrano nel vivo, nonostante ci sia ancora molto da sistemare sul piano della gestione dei dettagli, soprattutto nel confronto con gli uffici Scolastici e delle commissioni giudicatrici. In questo senso, un punto importante è stato segnato grazie alla realizzazione delle graduatorie del recente concorso STEM per le discipline A020, A026, A027, A028, A041.

Al momento l’unico modo per consultare tutti gli aggiornamenti relativi alle comunicazioni è quello di monitorare costantemente gli Uffici Scolastici di riferimento (USR e Ufficio provinciale) che forniranno tutti i dettagli necessari.Immissioni in ruolo 2021: il destino degli insegnanti idonei ma non in graduatoria

Fase finale immissioni in ruolo

E’ bene non perdere tempo, considerato che non ci sarà moltissimo tempo per completare l’iter delle procedure, per cui ogni giorno può essere prezioso. Ora si attende la fase finale per le immissioni in ruolo, considerato che le prime due fasi costituite da attribuzione della provincia/classe di concorso si attribuzione della sede si possono considerare terminate.

La realizzazione delle graduatorie per il concorso Stem è importante in quanto nella fase ordinaria delle assunzioni ci sarà anche l’attribuzione delle cattedre per questo concorso.

Faranno parte della graduatoria tutti i candidati che sono riusciti a superare le prove del concorso con i punteggi minimi. Questo consente loro di rientrare all’interno dei posti banditi.

Leggi anche: Immissioni in ruolo da GPS: come ottenere il contratto a tempo indeterminato

Leggi anche: Immissioni in ruolo Ata: date e scadenze per presentare le domande

Abilitazione per la classe di concorso

Gli altri dovranno accontentarsi dell’abilitazione per la classe di concorso, senza inserimento in graduatoria.

Da quest’anno sarà possibile usufruire dei posti destinati ai concorsi ordinari ancora non svolti per le graduatorie finora pubblicate. Ora infatti le graduatorie includono i docenti che avevano superato la prova ma non erano rientrati nel numero dei posti a bando.

Ma c’è un problema da risolvere. E’ quello dei candidati che pur essendo risultati idonei, non vedono sbloccarsi la loro situazione considerato che il numero di cattedre autorizzate dal MEF è superiore rispetto a quelle messe a bando.

Questo dovrebbe rappresentare un motivo di speranza di assunzione in più per praticamente tutti gli idonei al concorso. Si tratta di coloro i quali hanno diritto all’abilitazione per l’ingresso in prima fascia GPS. In questo senso si attende una risposta in tempi brevi dagli USR e dal Ministero dell’Istruzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *