Concorso Stem 2021: elenco regioni con posti ancora vuoti
Scuola

Concorso materie Stem 2021: disponibili le graduatorie per la prova orale

C’è grande interesse da parte di chi ha partecipato al Concorso Stem, in via di completamento tra mille polemiche per il boom di bocciature, per la consultazione delle graduatorie. In questo senso è stata accolta favorevolmente la nota rilasciata relativa all’apertura della nuova funzionalità per la consultazione delle graduatorie stesse: “Nella Piattaforma Concorsi del Ministero dell’Istruzione è aperta la funzionalità “Consultazione esiti delle prove e posizione in graduatoria per il candidato”.

Si aggiorna così cn un nuovo importante step il concorso finalizzato al reclutamento del personale docente per posti comuni e di sostegno nella scuola secondaria di primo e secondo grado, materie Stem.Concorso materie Stem 2021: disponibili le graduatorie per la prova orale

Dove consultare le graduatorie

Si tratta di una comunicazione che fa il paio con quella rilasciata nei giorni scorsi dal Ministero che ha confermato ai diretti interessati come “tutto ciò che riguarda i concorsi quali istanze di partecipazione, risultati delle prove, visione degli elaborati e posizione in graduatoria, è disponibile nella “Piattaforma concorsi e procedure selettive” .

Il punteggio della discordia

Ricordiamo che si concorre per 6.129 posti a disposizione. Per superare la prova i candidati devono aver raggiunto almeno un punteggio di 70/100 nella prova scritta. Cosa che ha provocato tantissime polemiche, in virtù di una prova che è stata considerata ben più complicata del previsto. La conseguenza è stata un alto numero di bocciati, che rischia di produrre una quantità di vincitori del concorso inferiore alla reale necessità del contingente scolastico.

Leggi anche:

Leggi anche:

Come prepararsi alla prova orale

In ogni caso, in queste ore gli Uffici Scolastici Regionali stanno pubblicando i risultati che servono a predisporre la griglia di coloro i quali potranno sostenere la prova orale. Ricordiamo che la prova orale servirà a verificare la preparazione del candidato secondo quanto disposto dall’Allegato A. Lo scopo è valutare la padronanza delle discipline, la capacità di progettazione didattica efficace, anche con riferimento alle TIC, finalizzata al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici vigenti.

Durerà circa 45 minuti, durante i quali il candidato dovrà mostrare le sue capacità inerenti la progettazione di una attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle TIC. Per le classi di concorso A-24 e A-25 la prova orale si svolgerà nella lingua straniera scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *