Tfa Sostegno VI ciclo: si sovrappone al periodo di formazione del concorso straordinario
Scuola

TFA sostegno VI ciclo 2021: come superare la prova preselettiva

Hai saputo che il Governo ha varato il TFA sostegno VI ciclo, ed è una grande notizia per te che aspettavi da tempo questa possibilità di inserimento all’interno del mondo della scuola con questa specializzazione.

E’ adesso importante che tu abbia le idee chiare su modalità e caratteristiche delle prove, in modo da prepararti al meglio e sfruttare questa importante opportunità. Ci si avvicina all’avvio del TFA sostegno VI ciclo valido per l’anno accademico 2020/21. Mentre si resta in attesa della legge che consenta di svolgere contemporaneamente Tfa e corso di laurea o master (senza per forza dover scegliere, rinunciando a uno dei due), le Università stanno emanando i primi bandi che prevedono le date di scadenza per le iscrizioni.

Manca ormai poco all’avvio delle prove preselettive, tutte in programma a settembre. Saranno propedeutiche, per chi le supererà, alla prova scritta e alla prova orale. Solo allora potranno avere inizio per gli aventi diritto le lezioni in autunno inoltrato. Ricordiamo che per legge tutti i Tfa devono concludersi prima della fine di luglio 2022.TFA sostegno VI ciclo 2021: come superare la prova preselettiva

Le date della preselettiva

Queste le date della prova preselettiva, da svolgersi nella sede scelta per l’iscrizione. Si svolgeranno tutte di mattina:

  • 20 settembre 2021 prove scuola dell’infanzia
  • 23 settembre 2021 prove scuola primaria
  • 24 settembre 2021 prove scuola secondaria I grado
  • 30 settembre 2021 prove scuola secondaria II grado

Per accedere al TFA sostegno è necessario superare le seguenti prove:

  • test preliminare
  • prova scritta
  • prova orale

Come prepararsi al test preselettivo

Per prepararvi al test preselettivo dovete tenere presente che si tratterò di una prova composta da 60 quesiti formulati con 5 opzioni di risposta. Ma quello che è più importante, è che queste domande saranno composte da 20 domande incentrate sulla verifica delle le competenze linguistiche e la comprensione dei testi in lingua italiana. E’ bene provare comunque a rispondere, considerato che non ci sono penalità in caso di risposta errata. Infatti è previsto che l risposta corretta a ogni domanda vale 0,5 punti, la mancata risposta o la risposta errata vale O(zero) punti. Per completare il test avrete a disposizione due ore.

Leggi anche: TFA sostegno VI ciclo: test preselettivo compatibile con i corsi universitari

Leggi anche: Tfa sostegno VI ciclo: consulta i link ai bandi delle Università

Punteggio minimo addio

Non esiste un punteggio minimo per superare il test. O meglio, non esiste più. Fino a poco tempo fa il candidato avrebbe dovuto ottenere un punteggio minimo di 21/30 per il Test. Cosa che non esiste più. Conta semplicemente il vostro punteggio, considerato che non è più previsto un punteggio minimo per accedere alla prova scritta. Altro elemento da tenere a mente: il punteggio del test preselettivo non viene preso in considerazione ai fini della predisposizione della graduatoria finale degli ammessi al Percorso sul Sostegno.

Conta la graduatoria che riuscirete a ottenere: per ogni grado di scuola sono ammessi alla prova scritta un numero di candidati pari al doppio dei posti disponibili nella singola sede per gli accessi. Via libera anche a chi ottiene lo stesso punteggio dell’ultimo degli ammessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *