Precari scuola: 2500€ di arretrati ciascuno per il bonus Carta Docente
Scuola

Green pass scuola: non vale, ma solo perchè arrivano obbligo vaccinale e licenziamenti

L’istituzione del Green Pass, lasciapassare per chi è vaccinato che consentirà l’ingresso nei luoghi più affollati (in particolare al chiuso) non varrà per la scuola, almeno per il momento. Ma soltanto perchè il Governo per la scuola sta pensando a un obbligo, se possibile, ancora più stringente: vale a dire l’obbligo vaccinale per il personale scolastico e per gli alunni dai 12 anni in poi. Non esiste infatti al momento un vaccino previsto per gli under 12. Non appena lo sarà, ipotizzabile che sia esteso l’obbligo vaccinale anche ai più piccoli.Green pass scuola: non vale, ma solo perchè arrivano obbligo vaccinale e licenziamenti

Come funziona il Green pass

Il Green pass, lasciapassare digitale e stampabile, contiene un codice a barre bidimensionale (QR Code) e un sigillo elettronico qualificato che verrà emesso soltanto attraverso la piattaforma nazionale del Ministero della Salute. Potranno scaricarlo coloro i quali hanno completato il secondo ciclo di vaccinazione. Ma anche chi si è vaccinato con la prima dose, attendendo però 15 giorni affinchè il vaccino crei gli anticorpi. E tutti gli altri? Chi vorrà entrare nei luoghi vietati ai ‘non vaccinati’ dovrà esibire un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti.

Obbligo vaccinale per la scuola

Insomma una stretta non da poco nei confronti del virus: il Governo non vuole attendere che la variante Delta provochi un picco dei contagi incontrollabile. Il mondo della scuola, in questo senso, viene visto come un potenziale veicolo di contagio. Per questo è stato lasciato fuori dal Green Pass. Non perchè nella scuola si vuole lasciare la libera circolazione, ma proprio perchè si voglio prendere misure se possibile ancora più stringenti.

Arrivano i licenziamenti per i no vax

L’adesione alla vaccinazione del personale scolastico è buona, ha raggiunto circa l’85% della popolazione interessata. Ma non abbastanza da lasciare tranquilli circa la riapertura in presenza e lo scongiurare nuovi focolai. Per questo si vuole raggiungere quel restante 15%. Se lo si farà grazie alle misure restrittive del Green pass (in un giorno si è già raggiunto il doppio delle prenotazioni sui vaccini) meglio. Altrimenti scatterà l’obbligo vaccinale per il personale della scuola, con previsione anche di licenziamenti per chi non si adegua. E inevitabili conseguenze a livello legale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *