Istanze online gps seconda fascia: guida semplice alla presentazione della domanda
Graduatorie di Istituto

Immissioni in ruolo docenti 2021/2022: pubblicate le tabelle per regione, provincia e scuola

Si entra nel vivo delle Immissioni in ruolo 2021/2022. Il Miur ha pubblicato la disponibilità di posti per regione e provincia, oltre che per scuola. Ci sono 112.473 posti liberi. Adesso tocca agli USR pubblicare le sedi disponibili. Solo così si potrà procedere alle attribuzioni della provincia. Passaggio che permetterà ai candidati di scegliere le scuole.Immissioni in ruolo docenti 2021/2022: pubblicate le tabelle per  regione, provincia e scuola

Immissioni in ruolo, le novità

Il decreto sostegni-bis si è occupato in maniera particolare delle immissioni in ruolo per il prossimo anno. Una delle novità riguarda lo svolgimento anticipato di una parte del concorso ordinario della scuola secondaria di secondo grado, inerente le discipline scientifiche STEM. Si è anche soffermato sulla procedura di immissione in ruolo dalle GPS di prima fascia, relativamente anche agli elenchi aggiuntivi.

Sono aumentate le percentuali riservate ai concorsi straordinari 2018 scuola dell’infanzia/primaria e scuola secondaria. Da questi si attinge fino al 100%. Non c’è più però la “call veloce” sui posti residui.

Come si attinge dalle graduatorie

Per la scuola dell’Infanzia/primaria 2021/22, si attinge dalle graduatorie di merito concorsuali derivanti dal concorso ordinario 2016 e al concorso straordinario 2018.

Si attinge per il 50% dai posti destinati alle GM e dall’altro 50% dalle GaE.

Per la scuola secondaria 2021/22, si attinge dalle graduatorie formatesi dopo il concorso ordinario 2016, il concorso straordinario 2018, il concorso straordinario 2020, il concorso ordinario STEM 2021. L’importante è che vengano realizzate entro il 30 ottobre 2021.

Se ci fossero ancora posti disponibili, scatterebbe la procedura straordinaria di assunzione da GPS prima fascia e dai relativi elenchi aggiuntivi.

La procedura per il contratto a tempo indeterminato

La procedura prevede assunzione a tempo determinato, sui posti residui, dei precari inseriti nelle GPS di prima fascia posto comune e sostegno. A questi si sommano gli elenchi aggiuntivi. Per il sostegno non è più indispensabili il servizio, ancora necessario, di tre anni per posto comune nella scuola statale.

Prevista anche l’assunzione a tempo determinato nella provincia e nella o nelle classi di concorso o tipologie di posto in cui si è iscritti in prima fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze o negli elenchi aggiuntivi.

Ci sarà poi il percorso annuale di formazione iniziale e prova, cui si accede in seguito a valutazione positiva. La prova viene sostenuta dinanzi a una commissione esterna.

Scatta a questo punto il contratto a tempo indeterminato, a partire dal 1° settembre 2021. Si è assunti nella stessa scuola dove si lavorava a tempo determinato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *