Graduatorie terza fascia Ata: riapertura graduatorie, arriva la decisione ufficiale
Personale Ata

Graduatorie terza fascia Ata: riapertura graduatorie, arriva la decisione ufficiale

Non sembra destinata ad essere accolta la richiesta dei sindacati, rivolta al Ministero, circa la possibilità di riaprire le graduatorie terza fascia Ata per via degli errori materiali che ci sarebbero stati non per colpa dei candidati. I sindacati hanno elencato le criticità riscontrate, ma probabilmente è troppo tardi per porvi rimedio. Farlo ora vorrebbe dire di fatto resettare le graduatorie consentendo a chi ha riscontrato difficoltà di reinviare la domanda.Graduatorie terza fascia Ata: riapertura graduatorie, arriva la decisione ufficiale

La procedura di informatizzazione è stata sicuramente positiva dal punto dello snellimento e della gestione delle domande. Ma inevitabilmente ha portato a qualche problematica legata alla comprensione della corretta procedura da seguire. I sindacati, in particolare, hanno posto l’accento, per le graduatorie di III fascia 2021, alla possibilità di poter inserire le 29 scuole mancanti. Cosa che è stata impedita per un errore nel corso dell’aggiornamento.

Graduatorie ATA terza fascia 2021: la decisione del Miur

Il Miur ha evidenziato di non aver riscontrato un numero di casistiche riconducibili a mero errore materiale talmente considerevole da meritare una riapertura delle stesse. Insomma il problema di chi non ha inserito correttamente tutte le 30 scuole e di coloro o non hanno aggiornato il servizio, non selezionando l’opzione di conferma al posto di aggiornamento, di fatto non sussiste.

Secondo il ministero, inoltre, se errore c’è stato, è dipeso da distrazione dei candidati e non da un impostazione del sistema informatico. Il Ministero sostiene che la domanda inserita si poteva verificare con la trasmissione del Pdf sulla casella di posta del candidato.

In ogni caso, secondo le stime del ministero, si tratta di una casistica che si limita allo 0,4% delle domande interessate su circa 3 milioni.

Correzioni errori aggiornamento: non ci saranno

Ecco quindi che si concretizza la decisione del ministero: nessun intervento per correggere queste fattispecie. Resta la possibilità di presentare reclamo in caso di errore materiale. Lo deciderà il Dirigente scolastico giudicando caso per caso, in ambito territoriale e non nazionale a livello ministeriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *