Immissioni in ruolo da gps supplenze: assunzione per tutti i precari inseriti in prima fascia
Istanze online

Istanze online: guida alla procedura per la domanda immissioni in ruolo 2021

Dalla scelta delle province e del posto/classe di concorso per cui concorrere alle assunzioni, passano le immissioni in ruolo, con domande da presentare in queste settimane rigorosamente sul portale telematico Istanze Online. Le scadenze per la presentazione delle domande dipende dai singoli Uffici scolastici regionali di riferimento.

Come fare domanda per l’assunzione in ruolo

La strada per la presentazione delle domande è rigorosamente telematica: per questo, bisogna fare riferimento al portale ministeriale Istanze Online. Il numero di posti disponibili è limitato, per questo è probabile che il numero di istanze che verranno presentate saranno maggiori rispetto al contingente messo a disposizione.

Le domande da presentare sono due, e vanno presentate separatamente.

La prima consente di indicare l’ordine di scelta delle province/classe di concorso/tipo di posto. Chi è inserito nelle graduatorie di merito concorsuali può scegliere entrambe. Chi è inserito nelle GaE non può scegliere la provincia. Viene assegnata loro di ufficio quella di inserimento in graduatoria. Possono però inserire la classe di concorso/tipo di posto.

Con la seconda istanza, invece, si può indicare l’ordine preferenziale delle sedi/scuole disponibili. E’ una possibilità riservata sia a chi è inserito nelle GaE che a chi fa parte delle GM.

Procedura su Istanze Online

La procedura di inserimento è costituita, innanzitutto, dall’accesso al sito “Istanze online”. Qui avrete la possibilità di compilare la domanda. Il sito dà anche la possibilità, per chi fosse interessato, di procedere all’aggiornamento dei già inseriti. E’ possibile grazie al tasto “Modifica”. Sempre in questo passaggio, potete procedere con l’allegare i documenti alla domanda. Infine, potete inoltrare la domanda con l’apposito bottone.

Importante tenere presente la scadenza per la presentazione della domanda, che come detto cambia a seconda dell’USR.

Se volete salvare una copia dell’istanza presentata, potete fare riferimento a un PDF che si crea in automatico e che troverete poi nella sezione “Archivio” in home page.

Se avete dubbi che l’inoltro sia stato un successo, potete aspettare di ricevere una mail che conferma l’inoltro e in cui c’è allegata la domanda inviata. Vi siete accorti che avete commesso degli errori o per qualche motivo volete annullare la domanda? Fino al giorno della scadenza, potete fare entrambe le cose, per poi eventualmente procedere all’invio di una nuova istanza.

Proprio per questo motivo (la possibilità di modificare l’istanza) il consiglio è di verificare quanto prima la data ultima valida. E possibilmente di non fare tutto l’ultimo giorno. Per evitare che il sito sia intasato e per avere il tempo di ripensarci.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *