Supplenze Graduatorie Gps: cambiano valutazioni di punteggi dei titoli e servizi svolti
Graduatorie di Istituto

Supplenze Graduatorie Gps: cambiano valutazioni di punteggi dei titoli e servizi svolti

Un cambio in corsa delle regole che non piace agli insegnanti e ai sindacati. Si prospetta una modifica inaspettata delle nuove graduatorie GPS, che manderebbe in tilt le aspettative di decine di migliaia di supplenti, in attesa del ruolo. Sono graduatorie con un’anzianità di circa dodici mesi, ed erano state pensate per accelerare le operazioni di nomina. Ora arriva la notizia che potrebbero essere cambiate le valutazioni dei punteggi dei titoli e dei servizi svolti.Supplenze Graduatorie Gps: cambiano valutazioni di punteggi dei titoli e servizi svolti

La decisione del Consiglio di Stato

Ma da dove nasce la possibilità di stravolgere i punteggi e le graduatorie? Tutto è innescato da un’ordinanza del Consiglio di Stato che ha accolto favorevolmente le contestazioni che porterebbero a bocciare il bando, conseguenza diretta delle modifiche nella valutazione di titoli.

Inevitabilmente ci sarebbe una contrazione nella considerazione numerica. Il risultato? Contratti da rivedere nonostante le assegnazioni già avvenute per le supplenze e i prossimi anni anche per le immissioni in ruolo dalla prima fascia delle GPS.

Valutazione dei titoli accademici

Il bando di gestione delle nuove graduatorie GPS introduce nuovi paletti che riguardano i titoli accademici, il cui valore scende da tre punti ad un solo punto.

Tutto questo potrebbe cambiare se, come sembra trasparire dall’accoglimento dell’ordinanza del Consiglio di Stato, sarà confermato l’orientamento di censurare il bando che ha diminuito la valutazione di questi titoli.

Assunzione di precari storici proprio da Gps

Il decreto Sostegni-bis è la cartina di tornasole per l’assunzione di tanti precari storici proprio da Gps. Il futuro della scuola, deficitaria in quanto a cattedre coperte e continuità didattica, dipende anche e soprattutto da decisioni come queste.

L’ultimo aggiornamento delle graduatorie per le supplenze è stato caratterizzato dalla diversa valutazione, rispetto alle GaE e rispetto alle Graduatorie d’Istituto, del punteggio attribuito a titoli conseguiti attraverso i Master. In questo senso si attende la decisione del prossimo autunno da parte del Consiglio di Stato. Parliamo di una sentenza di merito sul punteggio con cui si è collocati nelle graduatorie delle supplenze.

Marcello Pacifico di Anief spiega in relazione al punteggio delle graduatorie provinciali: “Quando sono state aggiornate le graduatorie per le supplenze si è deciso di maniera irragionevole di valutare in maniera differente, rispetto alle GaE e rispetto alle Graduatorie d’Istituto, il punteggio attribuito, per esempio ai Master”.

Insomma una situazione delicata in un momento delicato. Tra tante incertezza da parte del mondo docente una certezza. I sindacati vigilano. Per impedire che ulteriori giustizie avvengano nei confronti di una categoria già penalizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *