Notizie dal mondo

Lockdown per i non vaccinati: chi non si vuole immunizzare in autunno resterà a casa

La campagna di vaccinazione prosegue alacremente, ma l’incubo variante Delta si affaccia all’orizzonte anche in Italia. Il calo dei contagi e delle ospedalizzazioni rassicura, ma in molti ricordano come anche lo scorso anno, senza vaccinazioni, in estate assistemmo a una tregua che lasciava ben sperare. Il risveglio dal sogno a ottobre fu traumatico. Sarà diverso quest’anno grazie ai vaccini? Difficile dirlo.

Lockdown per i non vaccinati: chi non si vuole immunizzare in autunno resterà a casa

L’allarme di Bassetti sulla variante Delta

La situazione in Gran Bretagna non lascia sereni, ma gli esperti sottolineano come la dose unica di vaccino scelta come politica inglese, stia penalizzando proprio la protezione dalla variante Delta. Anzi sta rafforzando questo nuovo virus modificato, che si adatta agli organismi semivaccinati, uscendone più forte. Per evitare nuove chiusure, l’unica strada è vaccinare la maggior parte possibile di popolazione. Al punto che il paradosso potrebbe essere che non solo ci saranno vantaggi di libertà (green pass) per chi è vaccinato, ma addirittura restrizioni ad hoc per chi ha deciso di non sottoporsi all’immunizzazione. “Si arriverà a un punto in cui si dirà: il lockdown riguarda i non vaccinati”. E’ la previsione di Matteo Bassetti, primario di Malattie infettive all’ospedale San Martino di Genova.

Vaccinare l’85% delle popolazione

Secondo il primario, non ci sono molti dubbi sullo scenario futuro. Ad agosto la Variante Delta sarà diffusa anche in Italia. Come difenderci? Immunizzando prima possibile almeno l’85% degli italiani entro metà ottobre, con la doppia dose di vaccino. Qualunque percentuale di vaccinati inferiore sarebbe rischioso. Il primario sottolinea come i no-vax si distribuiscano in tutte le fasce di età, E la cosa più preoccupante è che c’è una fettina di scettici anche tra gli ottantenni e i novantenni, i più a rischio di ospedalizzazione e gravi conseguenze in caso di contagio.

No vax, no party

A livello economico e sociale nuove chiusure sarebbero devastanti. E allora la soluzione sarà impedire a chi non si è ancora vaccinato di uscire. Insomma non si costringe nessuno a vaccinarsi, ma chi non lo fa avrà restrizioni della libertà personale, nell’interesse comune. Eventualità che certamente porterebbe a fortissime polemiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *