Messa a disposizione e supplenze da GPS 2021: solo in I fascia
Scuola

Messa a disposizione e supplenze da GPS 2021: solo in I fascia

Manca poco al prossimo aggiornamento delle GPS (Graduatorie Provinciali per le Supplenze). Il 2022 sarà l’anno della compilazione delle nuove graduatorie, tranne che per gli inserimenti negli elenchi aggiuntivi della prima fascia GPS.

Questo in virtù dell’opportunità fornita agli insegnanti che otterranno il titolo di abilitazione e/o specializzazione sostegno entro il prossimo 31 luglio 2021.

Niente inserimenti in seconda fascia quindi, con titolo di studio e 24 CFU. A chi si è appena laureato, quindi, non resta che ricorrere alla domanda di Messa A Disposizione.Messa a disposizione e supplenze da GPS 2021: solo in I fascia

Bisogna però tenere presente che la possibilità di presentare domanda di messa a disposizione è riservata a coloro i quali non risultano iscritti in nessuna graduatoria provinciale e di istituto. La provincia prescelta va indicata nell’istanza. In caso di più istanze, i dirigenti scolastici sceglieranno prima i docenti abilitati e poi i docenti specializzati.

Un vincolo che lo scorso anno, alla fine, fu oggetto di deroga last minute. E non è escluso che lo stesso possa avvenire anche quest’anno. Ma è bene tenere presente che al momento non ci sono indizi in tal senso, e dunque per averne conferma bsogna attendere ulteriori comunicazioni, che difficilmente potranno arrivare prima della fine dell’estate.

Infatti, cartina di tornasole per una decisione in tal senso, potrebbe essere l’andamento delle immissioni in ruolo. Dipenderà dal loro andamento nella loro interezza, ma in particolar modo potrebbe dipendere dall’andamento delle immissioni in ruolo straordinarie.

Solo i dati relativi alla copertura delle cattedre orienteranno le eventuali decisioni inerenti la deroga sull’attribuzione degli incarichi di supplenza e sulle modalità di presentazione delle MAD. Se il tutto verrà confermato o no, lo potrà dire soltanto il quadro generale che si andrà a delineare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *