Immissioni in ruolo 2021/22: addio al vincolo triennale per assunzioni a prima fascia
Scuola

Assunzione precari: basterà un solo anno di servizio o supplenza presso scuole paritarie

Il Pd punta a semplificare l’accesso all’assunzione dei precari, cercando di ampliare la platea con alcuni emendamenti al decreto sostegni bis. Buone notizie dunque in questo senso per i precari, considerato che se le modifiche segnalate dal partito democratico dovessero essere accolte, si arriverebbe al requisito di un solo anno di servizio per i precari di prima fascia, svolto anche presso una scuola paritaria.

Ripristino modificato del Fit ma non solo

Enrico Letta, per alcuni versi, sembra voler ripercorrere alcune orme lasciate dal governo Renzi, con cui comunque ha molti punti di divergenze, relative alla Buona Scuola. In questo senso il ripristino, se pur modificato del Fit, sembra andare in questa direzione.Assunzione precari: basterà un solo anno di servizio o supplenza presso scuole paritarie

Sostegno ai precari da assumere in prima fascia

Il Partito democratico sembra orientato a dare man forte a chi punta a un concorso straordinario per i precari non abilitati della seconda fascia. Allo stesso tempo, non si può prescindere dal sostegno ai precari da assumere in prima fascia. Lo scopo è semplificare l’accesso al ruolo per una platea già fortemente destabilizzata per il suo status quo: la richiesta di tre anni di servizio presso la scuola statale sembra iniqua. Per questo si va verso una riduzione o addirittura una cancellazione del requisito stesso.

Se la Lega è per una soluzione più drastica, con l’eliminazione integrale del requisito, il Pd punta a una riduzione fino a un solo anno di supplenza negli ultimi 10. Ma non solo: importante che si consenta che l’anno di servizio sia valido anche se svolto nella scuola paritaria o presso IeFP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *