Nina Zilli ha il Covid, ma gli haters non le perdonano il consiglio anti ristoranti
Scuola

Nina Zilli ha il Covid, ma gli haters non le perdonano il consiglio anti ristoranti

Nina Zilli è una delle cantanti più amate del panorama musicale italiano, grazie al suo talento e alla sua voce soul che ne fanno una delle artiste più apprezzate anche all’estero. Il suo stile musicale, poi, non ha mai subito le contaminazioni delle necessità commerciali, e questo le ha permesso di ritagliarsi un posto nel cuore dei fan che la difendono sempre.

E dei fan in questo momento Nina Zilli ha particolarmente bisogno, per due motivi. Il primo è che ha contratto il Covid, cosa che la sta molto spaventando. A parte qualche linea di febbre sta abbastanza bene, ma è chiaro che in un momento come questo la cosa non può lasciarla indifferente e non vede l’ora di uscirne.

Nina Zilli ha il Covid, ma gli haters non le perdonano il consiglio anti ristoranti

Il secondo motivo, strettamente legato al contagio, è lo sfogo social che Nina Zilli ha avuto e che le sta costando caro, in termini di attacchi da parte degli haters. Nina Zilli, infatti, ha raccontato la sua particolare esperienza e di come è venuta a contatto con il virus. Nonostante sia stata molto attenta, pare le sia stata fatale una cena al ristorante in cui, ovviamente, tutti erano senza mascherina.

Fin qui tutto normale, è la sua personale ricostruzione della vicenda. Ma poi Nina Zilli si concede un consiglio ai fan social che non è stato apprezzato: invita tutti a non andare più al ristorante e in generale nei luoghi chiusi e affollati, per evitare un contagio come quello che l’ha riguardata.

Questo consiglio non è piaciuto a chi ha visto nelle sue parole un duro colpo ai ristoratori, già messi in ginocchio da diversi mesi dalla pandemia, e che devono fare i conti con ulteriori restrizioni in termini di numero di persone al tavolo e di coprifuoco. Nina Zilli è rimasta colpita dalla rabbia social, ma resta convinta della bontà e genuinità delle sue idee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *