Concorso straordinario 2020: precari chiedono lo stop
Scuola

Concorso straordinario 2020: precari chiedono lo stop

Il concorso straordinario per il ruolo è alle porte e sono già disponibili le griglie di valutazione delle prove previste dal 22 ottobre. Ma non sarà un concorso semplice, considerata l’emergenza Covid in atto. Trasporti e cattedre scoperte sono infatti i nodi principali da sciogliere prima dell’inizio del concorso. Con i professori precari che si dicono messi a rischio dal concorsone.

Concorso straordinario 2020: precari chiedono lo stop

Per questo, i docenti precari chiedono lo stop del concorso, ma al tempo stesso spingono per le stabilizzazioni. Proteste in tutta Italia. I precari scendono in piazza con manifestazioni e sit in in tutta la Penisola. I precari della scuola hanno protestato oggi, e c’è stato un presidio unitario dei sindacati a Modena. Il consiglio della Regione Sardegna è unito nel chiedere di rinviare la prova. I sindacati a Vibo dicono che la decisione dell’Azzolina è oscena e che prima bisogna stabilizzare i precari.

Anche i docenti apuani in prefettura dicono che bisogna bloccare il concorso straordinario, dal momento che non ci sono le condizioni. Concordi anche i precari di Prato, secondo cui il concorso straordinario lede i loro diritti. Per i precari il concorso straordinario è una bomba pronta a esplodere. Ma c’è anche il problema sicurezza, con il Pd dell’Emilia Romagna che parla di un’emergenza senza precedenti e che occorre una riflessione seria sullo svolgimento. In generale i precari insistono: bisogna stabilizzare i precari con prova orale e titoli, e non insistere su un concorso che verrebbe svolto in un momento di piena emergenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *