Chiede protezione all’amica defunta prima della plastica al seno: è bufera

Una cantante russa è finita nell’occhio del ciclone per una messa in scena che la mostra mentre visita la tomba di una sua amica per avere “supporto e protezione” prima di un intervento al seno.

Queste immagini sono state ampiamente condannate dagli utenti della rete e dai media locali. La cantante Alena Kravets è finita nel vortice delle polemiche.

La cantante e attrice Yulia Nachalova è morta di edema cerebrale e sepsi all’età di 38 anni all’inizio di quest’anno. Il suo funerale si è svolto al Cimitero Troyekurovskoye nella capitale russa occidentale, Mosca, il 21 marzo.

La sua amica Kravets ha recentemente posato per scattare foto vicino alla tomba della cantante morta e le ha condivise su Instagram per i suoi 500.000 follower.

Dopo il funerale di Nachalova, i fan hanno iniziato a visitare la sua tomba e hanno affermato che il pellegrinaggio era in grado di assicurare miracoli.

I pellegrini recatisi al cimitero dicono che la sua tomba può guarire gravi disturbi se la persona malata si cosparge con acqua santa.

Anche la pop star Kravets crede che i resti della sua vecchia amica abbiano proprietà soprannaturali e di recente ha visitato il sito con un mazzo di fiori per chiedere aiuto prima del suo intervento al seno.

La bionda di 34 anni ha ammesso di avere un ulteriore motivo per visitare la tomba della sua vecchia amica, oltre al voler salutare una persona cui voleva bene. Voleva chiedere “supporto e protezione” prima della sua chirurgia plastica.

Kravets ha scritto sui social media: “Voglio un lavoro da sballo e il mio medico ha detto che gli impianti sono potenzialmente pericolosi e possono causare il cancro, a volte portando alla morte.

“So che i miracoli accadono nella tomba di Yulia. Le persone che soffrono di sepsi, diabete, ecc.,vengono qui per chiedere aiuto, così come coloro che hanno deciso di sottoporsi a chirurgia plastica.

“Pertanto, sono venuta a chiedere supporto e protezione”.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.