Obbligava i bambini a picchiarsi da soli: orrore in una scuola materna

Questo filmato delle telecamere di sorveglianza mostrano un insegnante di scuola materna che spinge la testa di una ragazza e che schiaffeggia ripetutamente un altro ragazzo in faccia come punizione durante le lezioni.

L’incidente è avvenuto in un ramo dell’asilo di Jinmuzhi nel distretto Xialu di Huangshi, che si trova nella provincia di Hubei, nella Cina centrale, e arriva solo pochi mesi dopo che un altro insegnante che lavora per il franchising è stato filmato con i suoi alunni nella stessa città.

Il video di CCTV è stato girato il 3 luglio mostra l’insegnante, soprannominato Zou, che aggredisce una ragazza che si trova al lato della classe prima di colpirla in testa.

Il video pubblicato dal genitore anonimo mostra quindi Zou che tira l’orecchio di un ragazzo e lo schiaffeggia sul viso, mentre l’insegnante guarda il ragazzo che si picchia ripetutamente sulla bocca, presumibilmente per ordine suo.

Il genitore sosteneva che un secondo insegnante era presente al momento del presunto abuso ma non aveva fatto nulla per fermare Zou.

Altri genitori hanno affermato nei resoconti dei media locali che Zou ha picchiato sulla bocca i loro bambini per aver parlato.

I funzionari del distretto di Xialu hanno dichiarato di aver arrestato Zou il 6 luglio per presunta cattiva condotta, ma non è ancora chiaro perché esattamente i bambini siano stati puniti.

Le indagini proseguono mentre Zou rischia di perdere la licenza e di ricevere un divieto a vita dall’insegnamento nel paese.

I funzionari dell’istruzione hanno dichiarato di aver ordinato il licenziamento di Zou, mentre la scuola materna in franchising deve assumersi la piena responsabilità legale, compreso qualsiasi risarcimento successivo ordinato dai tribunali locali.

L’asilo è stato messo in imbarazzo solo quattro mesi prima, quando uno dei suoi insegnanti nel distretto Huangshigang di Huangshi è stato filmato mentre fustigava gli studenti davanti a una lavagna.

Il video del 15 marzo mostra la punizione inflitta a due ragazzi e una ragazza apparentemente incapaci di dare risposte corrette alle sue domande.

Fu licenziata poco dopo l’incidente.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.