Litigano per un cassonetto: all’improvviso lo colpisce con un’ascia alla schiena

Questo è il momento in cui un netturbino viene colpito alla schiena con un’ascia da un raccoglitore di rottami dopo una discussione su un bidone per la strada.

L’incidente è avvenuto nel distretto di Sultangazi, nella città di Istanbul, la città più popolosa della Turchia, mentre il netturbino Umut Salgin, 38 anni, stava svuotando cassonetti sul ciglio della strada.

Nelle immagini, Salgin, 38 anni, in maglietta grigia e pantaloni arancioni, può essere visto litigare con un uomo che ispeziona i cassonetti della spazzatura per trovare oggetti di suo interesse.

Salgin avrebbe riferito all’uomo di non gradire il fatto che stesse lasciando un carretto di legno che usava per trasportare i suoi oggetti trovati vicino ai cassonetti perché danneggiava l’ambiente.

Un amico del collezionista di rottami può quindi essere visto coinvolto nella discussione e quando Salgin si allontana dalla coppia, l’amico lo colpisce alla schiena con un’ascia.

Salgin cade a terra dolorante mentre l’aggressore si allontana di qualche passo. Il netturbino si alza in piedi ma si accascia di nuovo tenendo la schiena.

I media locali riportano che la polizia e un’ambulanza è stata chiamata sulla scena e Salgin è stato portato all’ospedale di Sultangazi Haseki in condizioni stabili.

I rapporti indicano che la polizia è riuscita a identificare i due sospetti e sono stati arrestati.

Salgin ha detto ai media locali: “Quando siamo arrivati sul posto stava facendo a pezzi il suo carretto. Non siamo stati in grado di mettere il cassonetto sul camion a causa sua. Gli dissi di allontanarsi leggermente dal cassonetto e avvertirlo di aver danneggiato l’ambiente.

“Erano comunque ubriachi. Mi ha detto ‘chi sei? Prendi il tuo stipendio e le mie tasse da me ‘poi gli ho detto “stai facendo a pezzi il carretto e inquini l’ambiente, e noi non possiamo spostare il cassonetto a causa tua”. Non appena ho voltato le spalle, mi ha colpito con l’ascia ed è scappato. ”

Uno dei suoi colleghi, ha dichiarato: “Stavamo per mettere il cassonetto sul camion e il nostro collega voleva che l’uomo si allontanasse da esso. Ha iniziato a offendere e maledirci. Poi il nostro amico voltò le spalle per prendere il bidone della spazzatura ma lo colpì con un’ascia alla schiena e corse via. C’erano due di loro. L’altro aveva un coltello.”

Non è chiaro se i sospetti siano stati accusati.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.