Scappa dalla polizia a folle velocità: non immagina chi sta attraversando la strada

Un uomo che ha colpito una studentessa incinta mentre scappava dai poliziotti in un inseguimento ad alta velocità è stato condannato per omicidio e imprigionato a vita nonostante l’accusa chiedesse una pena più breve.

L’inseguimento attraverso la capitale tedesca Berlino è iniziato quando l’imputato è stato sorpreso a rubare gli attrezzi da un furgone.

L’uomo, identificato come il 28enne cittadino serbo Milinko P., è stato condannato a vita per due capi di omicidio da un tribunale di Berlino.

Ha ucciso la studentessa di 22 anni Johanna Hahn mentre attraversava la strada con la sua bicicletta e un passeggero nel suo veicolo.

L’incidente è avvenuto il 6 giugno dell’anno scorso in un incrocio in un centro abitato.

Milinko P. era in visita in Germania per il matrimonio di sua sorella quando un parente di 18 anni lo ha convinto a rubare strumenti del valore di circa 300 euro (270 sterline) da un furgone.

La coppia, aiutata da un complice di 14 anni, fu catturata da agenti in borghese durante il tentativo.

I poliziotti hanno poi inseguito la banda con altre cinque autopattuglie della polizia di Berlino.

Johanna stava attraversando l’incrocio su un semaforo verde quando il serbo si avvicinò all’inrocio a velocità di oltre 80 km / h (49,7 miglia all’ora) in un’area con un limite di 30 km / h (18,6 miglia orarie).

Ignorò il semaforo rosso e si scontrò con due auto prima di colpire Johanna che fu uccisa all’istante insieme al suo bambino che portava in grembo.

Altri due automobilisti e un ufficiale di polizia sono rimasti feriti nell’incidente.

Il passeggero di Milinko P., 18 anni, è morto a causa delle ferite riportate due giorni dopo l’incidente.

Il giudice Peter Schuster ha detto che Milinko P. ha mostrato una “volontà sfrenata” di sfuggire alla polizia e consapevolmente ha preso enormi rischi.

Il giudice ha anche detto che ha messo volontariamente la vita di altre persone in pericolo guidando ad alta velocità ignorando molti semafori rossi.

La pena è più alta di quanto richiesto dalla squadra del pubblico ministero, che secondo quanto riferito avrebbe voluto una condanna di otto anni e quattro mesi per omicidio colposo e pericolosa interferenza con il traffico stradale.

Durante il processo, il convenuto ha accettato di pagare una somma di cinque cifre non divulgata ai parenti di Johanna come risarcimento.

Il giudice Schuster ha anche criticato i poliziotti perché le auto di pattuglia stavano inseguendo il serbo senza usare le loro sirene.

L’avvocato e deputato Gregor Gysi del partito “Die Linke” dell’estrema sinistra, che rappresentava i parenti di Johanna come co-querelanti in tribunale, lo definirono un “buon e giusto verdetto”.

La famiglia di Johanna era presente in tribunale per ascoltare il verdetto e fu sollevata dal fatto che Milinko P. sarà imprigionato per tutta la vita.

La madre di Johanna, Susanne Hahn, ha detto: “Ora possiamo lasciarla andare”.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.