Elefantino in fin di vita: la reazione di due elefantesse è incredibile

Questo adorabile elefantino di nome Ben è così affezionato al suo bagnetto che che i custodi dei giardini acquatici fanno una gran fatica a tirarlo fuori. Ben, che ha cinque mesi, ora è abbastanza grande da godersi l’acqua nel suo recinto allo zoo di Lipsia, nella città di Lipsia, in Germania, e come queste immagini dimostrano, gli piace fare un tuffo insieme alla sua mamma adottiva Don Chung.

“Non appena esce nel recinto all’aperto, si dirige verso l’acqua.”

Già pesa 170 kg (375 libbre), Ben sta facendo in modo che l’acqua lo raffreddi mentre le temperature continuano a salire.

Le immagini di questo elefantino sono particolarmente significative perchè secondo quanto riferito da un portavoce dello zoo, Ben ha trascorso settimane a lottare per la vita. Lo zoo ha fatto di tutto per tenere in vita il piccolo elefante dopo la sua nascita alla fine di gennaio, e tutti al parco adesso si sono rallegrati del fatto che ora sembra stia così bene.

Hanno detto che quando la madre adottiva Don Chung non si prende cura di lui, viene anche curato da un’altra elefantessa di nome Rani. Le due elefantesse sono talmente affezionate a lui che addirittura hanno fatto a gara per adottarlo, e alla fine hanno deciso di spartirsi il compito pacificamente pensando unicamente al bene del piccolo, che non può che essere contento di tante attenzioni di cui sta beneficiando non poco.

Aveva la sua madre adottiva che si prendeva cura di lui mentre si riprendeva da un’operazione per riparare un’ernia ombelicale che poteva essere eseguita solo quando diventava più forte. L’operazione è stata eseguita e le immagini mostrano chiaramente come adesso il piccolo elefante sia in piena ripresa e concentrato sul suo nuovo passatempo: fare un bel bagnetto.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.