La suocera la tratta sempre male: la vendetta è terribile

Non sempre il rapporto con la suocera è semplice, soprattutto per le donne. Gelosie, liti, incomprensioni, differenze generazionali, portano a tensioni altissime. A volte si fa buon viso a cattivo gioco, altre volte non ci si rivolge più la parola.

Questo è quello che accade solitamente, ma ci possono essere anche soluzioni più drastiche.

Ne è un esempio quello che è successo a Rekha Nagvanshi, una ragazza indiana di 32 anni, la cui vita di certo è ben poco felice. Il peso insopportabile di quest’infelicità nasce molto probabilmente dalla violazione della sua libertà, e purtroppo non sono poche le donne costrette a vivere situazioni simili alla sua. Intanto lei ha deciso di ribellarsi a “modo suo”, senza azioni eclatanti, anzi, decidendo una vendetta ben organizzata nel tempo, una protesta silenziosa ma estremamente umiliante per chi l’ha subita: la suocera.

La donna ha sopportato in silenzio, ma ha accumulato tanta rabbia. La sua libertà violata come accade a molte donne sue connazionali: il matrimonio è stato imposto, combinato, la sua volontà di scegliere il marito messa sotto terra, così ha deciso di vendicarsi con una costanza ragguardevole: ha urinato tutti i giorni e lo ha fatto per un anno, nel tè che poi destinava alla sua acerrima nemica, sua suocera. L’incauta vittima dal canto suo, senza rendersene conto, ha spensieratamente sorseggiato quest’artefatta bevanda come se nulla di strano contenesse.

Il tutto è proseguito fino a quando la donna non è stata scoperta. Infatti Rekha è stata colta in flagranza di reato. Così ha visto la fine questa forma di riscatto vero e proprio, un riscatto anche verso il marito Deepak, con il quale il rapporto di certo non era dei migliori.

Una sua amica ha raccontato: “era molto infelice per il suo matrimonio combinato. Mi diceva sempre che suo marito la trattava come una schiava e alla fine ha deciso che ne aveva avuto abbastanza. Rekha è una ragazza molto forte mentalmente: le piace essere indipendente e, essere comandata dai suoi suoceri e da suo marito, era troppo per lei. Quindi credo che quel gesto è stato fatto soltanto come forma di sfogo verso la sua situazione”.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.