Gattino ucciso a bastonate da un bidello: i gatti del borgo sporgono denuncia

L’associazione I Gatti del Borgo ha presentato una denuncia per il gattino ucciso da un bidello a bastonate a Gioia Tauro. Ricorderete tutti la vicenda del gattino che era stato ucciso a bastonate dal bidello di una scuola a Gioia Tauro perché si era introdotto nella palestra della scuola Montale-Pentimalli. L’intervento dell’associazione I Gatti del Borgo:

“La notizia data dal garante dell’infanzia e l’adolescenza della regione Calabria, dottor Antonio Mariziale, che ha denunciato un gravissimo fatto di inaudita e gratuita violenza contro un indifeso animale ci ha inorridito ” un gattino ucciso a bastonate perché si era introdotto nella palestra della scuola Montale – Pentimalli di Gioia Tauro. Colpevole di tale immonda efferatezza un collaboratore scolastico intervenuto bastonando selvaggiamente l’animale lasciandolo poi morire agonizzante nel bidone della spazzatura, il tutto fatto in presenza di bambini. L’associazione I gatti del Borgo ONLUS attiva in tutto il Piemonte ma che collabora e aiuta concretamente molte altre realtà associative italiane, ha ritenuto fosse necessario dare un forte segnale agendo concretamente. Con l’assistenza dell’avvocato Ricciuti consulente legale di Animal Law ha presentato formale denuncia querela alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi nei confronti del bidello. L’associazione I Gatti del Borgo ONLUS, rappresentata dal suo presidente Simona Cullati, ha anche richiesto di essere ammessa come parte civile nel procedimento penale che verrà aperto a carico del soggetto e anche, eventualmente a carico di chi ha passivamente assistito all’atto delittuoso nulla facendo per impedirlo. L’associazione i gatti del Borgo ONLUS prevede esplicitamente nelle proprie finalità statutarie l’esercizio della vigilanza per l’osservanza delle leggi e dei regolamenti in materia di protezione degli animali e nell’esercizio di tale fondamentale obiettivo collabora con l’autorità giudiziaria e con le forze di polizia per segnalare condotte illecite a danno degli animali per assicurarne alla giustizia gli autori”.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.