Suore rubano mezzo milione alla scuola: il motivo lascia a bocca aperta

Una storia che potrebbe facilmnte ispirare una sceneggiatura di Hollywood: resta da capire quale tono sarebbe meglio conferire al film, se comico, drammatico o altro. Due suore cattoliche, ree confesse, sono sorella Mary Margaret Kreuper e sorella Lana Chang, nel corso di un decennio, come emerso dalle indagini, hanno sottratto alla St James Catholic School di Torrance, in California, circa 500 mila dollari.Il motivo è bizzarro, almeno se si pensa alla loro scelta di vita religiosa: andare a giocare al casinò di Las Vegas più volte.

Il legale dell’istituto ha rivelato di essere già a conoscenza della cattiva abitudine delle due sorelle di utilizzare il conto della scuola come se fosse un conto personale: erano anche a conoscenza che le due amavano viaggiare, e che spesso frequentavano i casinò.

Per le due suore appassionate di slot machine e blackjack era uno gioco da ragazzi accedere ai conti della scuola in quanto suor Kreuper è stata la direttrice dell’istituto per circa 29 anni, ed è andata in pensione all’inizio di quest’anno, mentre suor Chang ha insegnato presso quell’istituto per circa 20 anni, fino a quando non ha abbandonato il lavoro.

Ma quando l’ammanco da mezzo milione di dollari è venuto alla luce, nessuno ha più potuto coprire le religiose.

Il pastore della St James Catholic School, Monsignor Michael Mayers, ha diffuso una nota ufficiale: spiega che l’ordine a cui appartengono le due suore, l’ordine delle sorelle di San Giuseppe di Carondelet, sta collaborando alle indagini e che le due suore hanno intenzione di restituire l’intera somma alla scuola. Come, non si sa, considerato che la somma è ingente e che i loro vizio del gioco non sarà così semplice da estirpare.

Forse chiederanno un ultimo prestito, per provare la fortuna e vincere al casinò i soldi che devono restituire. Potrebbe essere un’idea.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.