Concorso infanzia e primaria: chi dovrà svolgerlo in regione diversa da quella scelta

Concorso infanzia e primaria: esclusi docenti con due anni di servizio prima degli ultimi otto ann

Sono in corso le presentazioni delle domande da parte dei candidati al concorso infanzia e primaria. La procedura termine il 12 dicembre alle ore 23.59. E’ possibile farlo attraverso l’apposita funzione su Istanze online.

I docenti dovranno selezionare la regione in cui desiderano essere immessi in ruolo
E’ la destinazioni in cui – in base allo scorrimento delle graduatorie attraverso cui avverranno le immissioni in ruolo, saranno assunti a tempo indeterminato.







E’ possibile scegliere una sola regione, anche se si concorre per più procedure (infanzia e/o primaria, sostegno).

Non esiste ancora ufficialmente da parte del Ministero una tabella dei posti liberi. Questo perchè è un concorso non selettivo dal quale si formerà una graduatoria ad esaurimento. La scelta sarà operata sulla base di diversi fattori, tra i quali conteranno anche quelli personali.

Bisognerà aspettare il 18 dicembre quando sarà pubblicata in Gazzetta Ufficiale l’eventuale aggregazione territoriale delle procedure, qualora in una regione ci siano così pochi iscritti da non giustificare l’impegno amministrativo.

La regione scelta per l’assunzione rimarrà invariata, la nuova regione sarà solo per espletare la prova e gestire la graduatoria. Afferma infatti il bando “L’USR che sara’ individuato, sara’ responsabile dello svolgimento dell’intera procedura concorsuale e dell’approvazione delle graduatorie di merito della propria regione, nonchè delle graduatorie di merito delle ulteriori regioni le cui procedure sono state aggregate”.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.