Concorso docenti con tre anni di servizio e laureati con 24 CFU addio: via ai concorsi regionali

Concorso scuola secondaria: laurea triennale e 24 CFU non è titolo di accesso

Rischiano di saltare i concorsi scuola così come erano stati pensati finora: la certezza è che quelli previsti per il 218/2019, subiranno dei ritardi e dei rinvii i CONCORSO SCUOLA per i docenti preventivati dal Governo Renzi per i docenti con tre anni di servizio e laureati con 24 CFU.







A dirlo proprio il nuovo Ministro Bussetti che ha parlato di rivisitazione delle regole. Questi concorsi che erano stati previsti dalla legge 107 ed erano stati voluti e pensati dal Ministro Fedeli con una apposita commissione che aveva già elaborato i regolamenti.

Il cambio di programma dipende dalla volontà da parte del Governo giallo-verde di rivedere alcune regole, come ad esempio la ricognizione dei posti disponibili nel triennio al fine di avere un quadro realistico sulla distribuzione regione per regione.

Lo scopo del nuovo Governo è quello di avviare concorsi nazionale gestiti dagli Uffici Scolastici Regionali ai quali sarà consentito partecipare solo se possiedi il domicilio professionale nella regione specifica.

La finalità è che il bando sia nazionale e il docente siciliano possa partecipare ad esempio in Calabria, purché abbia scelto di individuare in quella regione il proprio domicilio professionale.







Altra intenzione del Governo, quella di adottare, per evitare la mobilità dei docenti del Sud emigrati a Nord per lavorare, la reintroduzione di un paletto temporale che vincoli il docente alla classe. Un vincolo che potrebbe consistere in 3 anni di continuità prima di poter chiedere mobilità.

orizzontescuola.it

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.