NoiPA: a giugno al via gli incrementi stipendiali. Tutte le date

Dopo mesi di attesa, finalmente, anche il personale dei comparti Istruzione-Ricerca e Difesa-Sicurezza avranno lo stipendio calcolato in base ai nuovi parametri retributivi introdotti con il rinnovo del contratto.

Quindi, dopo gli enti centrali della Pubblica Amministrazione – per i quali gli incrementi sono partiti con la busta paga di marzo 2018 – anche le Forze dell’Ordine italiane, nonché il personale impiegato nelle scuole e nelle Università, riceveranno uno stipendio più alto – seppur di poco – rispetto a quello percepito nei mesi scorsi.







A tal proposito ricordiamo che questi hanno potuto farsi un’idea di quale sarà il loro aumento di stipendio pochi giorni fa quando NoiPA, tramite un’emissione straordinaria, ha pagato loro un assegno con tutti gli arretrati, sia quelli del 2016 e 2017 che quelli relativi alle prime mensilità del 2018 (gennaio, febbraio, marzo, aprile e maggio).

A partire dal cedolino NoiPA di giugno 2018, invece, gli incrementi stipendiali saranno caricati direttamente con lo stipendio, il quale verrà appunto calcolato in base alle nuove retribuzioni tabellari stabilite dai rispettivi rinnovi del contratto.

Quindi, a partire da questo mese lo stipendio della maggior parte dei dipendenti pubblici sarà più alto. Ad oggi c’è invece molta incertezza su cosa accadrà per il personale del SSN, ovvero per infermieri e medici impiegati negli ospedali pubblici.

Per loro, infatti, la firma definitiva sul nuovo CCNL Sanità 2016-2018 è arrivata solamente lo scorso 21 maggio e NoiPa ha assicurato che sta lavorando per “garantire a tutti gli amministrati l’applicazione del nuovo contratto nei termini previsti dalla legge”. In realtà nel contratto si legge che l’aumento di stipendio sarebbe dovuto partire da maggio, quindi siamo già oltre la scadenza prefissata.

Vedremo comunque se ci sarà solamente un mese di ritardo – con gli aumenti di stipendio che saranno caricati già nella busta paga di giugno 2018 – oppure se, come probabile, bisognerà aspettare luglio 2018.

Nel frattempo vediamo quali sono le date in cui NoiPA darà via ai pagamenti degli stipendi che – ricordiamo – sono le stesse ogni mese.

NoiPA: date emissione cedolino giugno 2018
Come è ormai noto, le date dell’emissione ordinaria di NoiPA – ovvero quella in cui avviene l’elaborazione dello stipendio mensile – avviene nello stesso giorno ogni mese a seconda della categoria di appartenenza.

Nel dettaglio, le date di esigibilità – ovvero quelle in cui viene effettuato l’accredito del pagamento sul proprio conto corrente – sono le seguenti:

22° giorno del mese per insegnanti di scuole materne ed elementari;
23° giorno del mese per il personale amministrativo delle direzioni provinciali del Tesoro con ruoli di spesa fissa e al restante personale statale;
26° giorno del mese per il personale insegnante supplente temporaneo.
Considerando che a giugno il 23° giorno del mese cade di sabato, giorno non considerato bancabile, l’accredito dello stipendio – nel quale verranno caricati gli incrementi – dovrebbe essere previsto per venerdì 22 giugno. Prima di darne la certezza, comunque, attendiamo la conferma da parte di NoiPA che nei prossimi giorni dovrebbe ufficializzare le date per il pagamento dello stipendio.

La pubblicazione del cedolino stipendiale, con il quale sarà possibile scoprire quale sarà l’importo effettivo dell’incremento riconosciuto dal nuovo contratto, bisognerà invece attendere la prossima settimana quando questo sarà disponibile nella propria area personale NoiPA.







money.it

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.