Aggiornamento Graduatorie ad Esaurimento 2018: i contenuti del decreto Miur

E’ in arrivo da parte del Miur l’aggiornamento delle Graduatorie ad esaurimento. Sono direttive per l’anno 2018/2019, valide per il prossimo triennio, quindi fino al 2022.

Le previsioni
Sono tante le voci che circolano su questo argomento. Le più accreditate portano in primo piano:







la presentazione del titolo di sostegno per l’inserimento negli appositi elenchi
per gli aspiranti già inseriti in GaE ma in attesa di conseguire l’abilitazione, lo scioglimento della riserva
la presentazione dei titoli per beneficiare della riserva di posti.
Questi “probabili” interventi riguarderanno solo i diretti interessati e non andranno comunque ad intaccare chi compare già nelle relative graduatorie.

Altre operazioni
Insieme alle GaE il decreto toccherà anche le Graduatorie d’Istituto: vediamo come.

In contemporanea con le graduatorie ad esaurimento, anche la prima fascia delle graduatorie di istituto si aggiorna, con l’indicazione per ogni docente del punteggio in GaE. Quindi, come indicato nella Legge già citata, l’aggiornamento ci sarà nell’anno scolastico 2018/2019 e avrà validità a decorrere dal 2019/2020.
Nel decreto tanto atteso il Miur fornirà anche le indicazioni per l’inserimento in II fascia delle graduatorie di istituto per i docenti che, in ruolo con clausola risolutiva, non avevano potuto presentare la domanda per l’aggiornamento entro il 24 giugno 2017.
Presentare la domanda
In attesa di informazioni più precise, ti ricordiamo che le domande per le Graduatorie ad Esaurimento andranno presentate online, su Istanze Online.

Ti segnaliamo anche che non sarà possibile aggiornare punteggi o modificare la provincia di inserimento, trattandosi dell’appuntamento annuale con l’aggiornamento.







lavorareascuola.it

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.