Modello D3 Personale Ata: chi rischia l’esclusione dalle graduatorie

Personale ATA: nuovi livelli di qualifica e aumenti di stipendio

E’ finalmente vicino il momento della compilazione per il bando ATA del Modello D3 che consente l’inserimento e l’aggiornamento nelle Graduatorie di Circolo valido per il triennio 2018-2021. Dall’autunno scorso, qualcosa come 2 milioni di candidati aspettano l’allegato D3 utile per la scelta delle 30 scuole dove prestare supplenze nelle scuole pubbliche.

Il Modello D3 è telematico, e infatti dovrà essere inoltrato attraverso la piattaforma ministeriale Istanze OnLine. C’è tempo dal 14 marzo al 13 aprile 2018 (ore 14.00).




Come sempre il rischio di un down del sito è reale, per cui il consiglio è sempre quello di non intasare la piattaforma nei primi e negli ultimi giorni utili per la compilazione. Buona norma, se possibile, anche quella di collegarsi nelle ore meno affollate del giorno, quindi ad esempio la mattina presto o la sera tardi.

Se non riuscite a collegarvi e vedete rallentamenti del sito o comunicazioni in tal senso, non insistete, magari riaggiornando continuamente la pagina. Piuttosto lasciate stare e riprovate nei giorni centrali del periodo disponibile e nelle ore appena consigliate.

Per snellire ulteriormente la procedura, il Miur ha dato la possibilità di scegliere le scuole preventivamente mediante una applicazione messa a disposizione dal ministero stesso. Questo consente di caricare poi l’elenco in maniera più snella.

Altro passaggio importante, quello di verificare il proprio accesso a Istanze OnLine. Nel caso in cui non l’abbiate ancora fatto,provvedete alla registrazione rima della data del 14 marzo.

Una volta completato l’inserimento del modello D3, le scuole pubblicheranno le graduatorie provvisorie, in una data unica definita in ogni provincia. A quel punto ci saranno 10 giorni di tempo per presentare eventuali reclami.

Ci sono anche motivi di esclusione dal Bando per il Personale ATA nelle scuole:

presentazione domanda in più istituzioni scolastiche nella stessa provincia o in province diverse;
presentazione della domanda on line di scelta delle istituzioni scolastiche priva della necessaria presupposta domanda di inserimento o di conferma aggiornamento;
candidati che risultino privi di qualcuno dei requisiti specifici di accesso e generali di ammissione;
candidati che abbiano effettuato autodichiarazioni mendaci o abbiano prodotto certificazioni o autocertificazioni false.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.