Personale Ata: domanda non ancora caricata su Istanze online, cosa fare in caso di punteggio sbagliato

Molti candidati all’aggiornamento delle graduatorie Ata stanno controllando in questi giorni se la propria domanda è stata caricata sul sito Istanze Online. In molti casi, l’esito è negativo. Questo perchè le segreterie scolastiche sono alle prese con le numerose domande prodotte per l’inserimento in III fascia ATA per il triennio 2017/20, e non hanno ancora finito.

Gazzetta ufficiale concorsi







Se non verrà completata prima questa operazione, il Ministero non potrà aprirà la funzione per la scelta delle sedi. Proprio per l’impossibilità di avere una data certa per il completamento di questa operazione, il Miur non ha ancora comunicato una data ufficiale a partire dalla quale sarà possibile completare la domanda con la scelta delle sedi, che avverrà come detto telematicamente tramite Istanze on line.

Graduatorie III fascia ATA: nuovo software per l’aggiornamento

La data del 13 novembre ipotizzata dai sindacati sembra sempre più difficile da rispettare, essendo ormai alle porte. Molti aspiranti che hanno presentato domanda, accedendo a Istanze on line, non trovano ancora caricato nella pagina personale, il proprio punteggio.

Istanze online scelta sedi personale Ata funzione disponibile dal 13 novembre

Esiste anche il caso in cui qualcuno consultando la pagina si accorge di un errore di valutazione nel punteggio. In questo caso meglio contattare la scuola e chiedere spiegazioni, considerato che questa schermata non costituisce la pubblicazione ufficiale delle graduatorie provvisorie. Per il reclamo ufficiale si procederà in un secondo momento.

Il reclamo infatti va presentato solo quando le graduatorie saranno pubblicate ufficialmente sul sito della scuola in forma provvisoria.

In caso di errori sarà possibile presentare reclamo entro 10 giorni.

Istanze on line: compilazione modello d3. Come scegliere le scuole

In caso di esclusione, nullità o avverso le graduatorie, è ammesso reclamo al dirigente dell’istituzione scolastica che gestisce la domanda di inserimento (ovvero la scuola che ha ricevuto la domanda).

Il reclamo deve essere prodotto entro 10 giorni dalla pubblicazione della graduatoria provvisoria. Nel medesimo termine si può produrre richiesta di correzione degli errori materiali.

Decisi i reclami ed effettuate le correzioni degli errori materiali, l’autorità scolastica competente approva la graduatoria in via definitiva.

Modello d3 Istanze online

Dopo questa approvazione la graduatoria è impugnabile con ricorso giurisdizionale al giudice ordinario in funzione di giudice del lavoro.

La pubblicazione delle graduatorie deve avvenire contestualmente nell’ambito della medesima provincia. Questo comporta che il competente Ufficio territoriale, previa verifica del completamento delle operazioni, fissa un termine unico per tutte le istituzioni scolastiche. Nel caso in cui invece si verifichino contestazioni relative all’atto contrattuale di assunzione, oppure avverso la mancata proposta di contratto di lavoro, i reclami vanno indirizzati al dirigente scolastico nella cui istituzione si verifica la fattispecie contestata.

Modello D3 Ata 2017

Tutti gli aspiranti che invece, abbiano presentato ricorso giurisdizionale ed in possesso di provvedimento non definitivo sono iscritti con riserva nella graduatoria.

Si ricorda che l’iscrizione con riserva nella graduatoria non comporta il diritto del ricorrente ad ottenere la proposta di contratto a tempo determinato.

Modello D3 (da compilare su Istanze Online)







Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*